Napoli, il passato e il presente dell’avvocatura si riabbracciano: rinasce l’associazione Piero Calamandrei

associazione piero calamandrei
Rinasce l'associazione Piero Calamandrei

Il passato e il presente dell’Avvocatura napoletana che si incontrano, si abbracciano e tornano a diventare storia. L’associazione forense napoletana ‘Piero Calamandrei’ ha riacceso i motori, riuscendo a tenere insieme avvocati di lungo corso che custodiscono la memoria delle gloriose origini dell’attività e giovani avvocati che sono entrati in contatto con quella storia grazie ai racconti dei loro mentori.

Giovedì sera, 18 novembre, l’orgoglio forense partenopeo ha riscaldato le ‘Cantine Sociali’ in piazza Giulio Rodinò con un brindisi che ha segnato la ripresa delle attività sociali dell’associazione. Tra i presenti anche l’avvocato Antonio Tafuri, presidente del Consiglio dell’ordine degli avvocati di Napoli.

«Non è semplice trasferire con le parole l’emozione che abbiamo provato per il clima di festa che ha accolto l’inizio dei lavori dell’Associazione – ha commentato l’avvocato Aldo Franceschini, presidente dell’associazione ‘Piero Calamandrei’ – C’erano tantissimi avvocati di tutte le età, ciascuno con la propria storia professionale e politica alle spalle, ma tutti insieme – forse per la prima volta dopo quasi due anni di lock down – per brindare alla rinascita della Calamandrei. La gioia sincera e la sensazione di un’amicizia ritrovata che si respiravano nell’aria, quasi come se si potessero toccare, rappresentano già un enorme successo per la Calamandrei il cui obiettivo è proprio quello di creare aggregazione all’interno dell’Avvocatura coinvolgendo tutti in un progetto di comune crescita culturale e professionale».

L’Associazione riparte con una compagine completamente rinnovata. Il nuovo direttivo, guidato dall’avvocato Aldo Franceschini, è composto dagli avvocati Mario Pasquale Fortunato (vicepresidente), Massimo Teresi (segretario), Alberto Ainis (tesoriere), Sabina Coppola, Fabio De Maria, Lumeno Dell’Orfano, Mattia Floccher e Fulvio Frasca. Il Collegio dei Probiviri è invece composto dai past president dell’Associazione, Nicolino Petrucci, Vincenzo Teresi e Mario Ruberto.

Il brindisi per la rinascita dell’associazione è stato anche l’occasione per ricordare, con la commozione di tutti, due padri dell’Associazione purtroppo scomparsi, gli avvocati Giovanni Bisogni e Luigi Iossa.
Già in programma il primo evento targato Associazione Calamandrei: il prossimo 7 dicembre alle ore 14:45 ci sarà un Webinar su “La riforma della giustizia in attuazione del piano di ripresa nazionale”, che avrà inizio con una prima sessione di matrice penalistica. L’evento, dal titolo “La riforma in materia penale: tra suggestioni mediatiche e ‘nuove’ ideologie”, sarà introdotto dall’Avv. Sergio Schlitzer, Responsabile scientifico Area penale dell’Associazione, e vedrà impegnati illustri relatori quali il professore avvocato Vincenzo Maiello, il magistrato Giuseppe Sassone, il professore avvocato Andrea Abbagnano Trione, gli avvocati Gaia Caneschi, Claudio Botti ed il Consigliere dell’Ordine degli Avvocati Lucio Cricrì.

lunedì, 22 Novembre 2021 - 23:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA