Agguato ad Acerra, due morti: una delle vittime colpita alla testa da un proiettile

Bossolo

Un agguato nella notte e due morti. Ad Acerra, in provincia di Napoli, la camorra torna a seminare sangue.

Le vittime si chiamano Vincenzo Tortora, di 21 anni, e Pasquale Di Balsamo, di 22 anni. Entrambi sono arrivati, in due momenti diversi, alla ‘clinica dei Fiori’, ma per gli inquirenti è evidenti che Tortora e Balsamo fossero insieme quando sono stati sorpresi dai sicari. Di Balsamo è stato il primo a perdere la vita: è stato raggiunto da tre colpi di pistola.

Tortora, che era giunto alla clinica dei Fiori prima di Balsamo, è spirato successivamente all’ospedale Cardarelli dove è stato trasferito per via della gravità delle ferite: inutile il tentativo dei medici di salvargli la vita. Uno dei proiettili ha raggiunto il 21enne alla testa.

Sull’agguato indagato i carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna che adesso dovranno partire dal luogo e dalla dinamica del raid.

I militari dell’Arma stanno verificando l’esistenza di telecamere nei luoghi in cui sono interventi i sanitari del 118 per cercare di collocare l’evento delittuoso: le verifiche si stanno concentrando su via Leonardo Da Vinci.

— Segui gli aggiornamenti —

venerdì, 29 Aprile 2022 - 10:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA