Napoli, sfregiate con l’acido al volto: 2 sorelle aggredite in strada da un gruppo di ragazze. Nappi: «Sembra Kabul»


Aggredite da altre ragazze e ustionate al volto con dell’acido. E’ accaduto la scorsa notte a Napoli. I fatti si sono verificati in corso Amedeo di Savoia e sono adesso oggetto di indagini da parte della Polizia.

Si parte dal racconto delle due vittime, due sorelle di 24 e 17 anni, che sono ricoverate nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Le due erano in strada, a piedi, quando sono state avvicinate da altre ragazze che hanno lanciato contro di loro dell’acido e si sono poi allontanate in sella a tre scooter. Alla guida dei veicoli vi erano tre ragazzi. La 24enne ha riportato ustioni alla guancia sinistra e a un braccio, mentre la minore alla guancia destra e al naso. Le due sorelle hanno riferito alla polizia di non conoscere i motivi dell’aggressione.

L’episodio ha scosso la città. Sul fatto è intervenuto Severino Nappi, consigliere regionale e coordinatore della città metropolitana di Napoli della Lega: «Napoli come Kabul, con una escalation di violenza e di criminalità impressionante e senza freni. Torno a sottolineare che il tempo è già ampiamente scaduto, e che bisogna agire con un’azione mirata e con i fatti. Quanto si sta registrando nella terza città d’Italia e nella sua provincia è intollerabile e non si può consentire oltre. Attendiamo ancora che alle passerelle e alle promesse del ministro Lamorgese, seguano interventi efficaci in ordine al potenziamento di presidi di sicurezza, di unità di forze in campo e di mezzi adeguati per far sentire realmente la presenza dello Stato, e far fronte a ogni livello, a una vera e propria emergenza nazionale».

lunedì, 30 Maggio 2022 - 12:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA