Dl Aiuti bis, dai tagli sulla benzina e luce al bonus di 200 euro: tutte le misure previste dal pacchetto varato dal Cdm

Euro

L’onorevole Delmastro di Fratelli d’Italia parla di «decreto elemosina», Giuseppe Conte ironizza che così i lavoratori potranno fare due colazioni al bar in più. L’ex forzista Renato Brunetta e il fronte dei centrosinistra, invece, sottolineano gli aspetti positivi. La prima settimana di agosto si chiude con l’approvazione del ‘Dl Aiuti bis’, un nuovo pacchetto di misure a sostegno di famiglie e imprese per aiutarle «in questa fase d’incertezza, e a proteggere la ripresa di fronte a un peggioramento del quadro internazionale». Il via libera da parte del Consiglio dei ministri è arrivato giovedì. Per sostenere le misure sono stati stanziati 15 miliardi più 2 miliardi provenienti da fondi non utilizzati. Nel dettaglio, “per la parte scomputabile”, la misura vale circa 5,8 miliardi di euro per le famiglie e circa 5,5 miliardi per le imprese. 

Ma cosa prevede il ‘Dl Aiuti bis’?

BONUS SOCIALE RAFFORZATO E TUTELE AI VULNERABILI
Anche per il quarto trimestre dell’anno si amplia la platea dei destinatari del bonus sociale per luce e gas. Per il gas sono previste misure di sostegno per i vulnerabili, con una ridefinizione della platea, che comprende over75 e disabili.

STOP A MODIFICHE UNILATERALI DELLE BOLLETTE 
Fino al 30 aprile 2023 è sospesa l’efficacia di ogni eventuale clausola contrattuale che consente all’impresa fornitrice di energia elettrica e gas naturale di modificare unilateralmente le condizioni generali di contratto relative alla definizione del prezzo, ancorché sia contrattualmente riconosciuto il diritto di recesso alla controparte. Fino alla stessa data, sono inefficaci i preavvisi comunicati prima della data di entrata in vigore del decreto, salvo che le modifiche contrattuali si siano già perfezionate.

AZZERATI ONERI DI SISTEMA NEL SETTORE ELETTRICO E NEL SETTORE GAS
Per ridurre gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico, è prorogato anche per il quarto trimestre l’azzeramento degli oneri di sistema per l’elettricità e la riduzione di quelli del gas. Resta al 5% l’Iva sul gas.  L’impatto della norma viene valutato in 1,1 miliardi per il 2022. 

BOLLETTE IN WELFARE AZIENDALE E AUMENTO TETTO BENEFIT 
Arriva la possibilità di includere i contributi per pagare le utenze domestiche nelle regole del welfare aziendale. Raddoppia a 516 la soglia esentasse per i fringe benefit. 

SCONTO BENZINA E CREDITI DI IMPOSTA 
E’ prorogato di un altro mese (fino al 20 settembre) il taglio di 30 centesimi delle accise sui carburanti. Per le imprese energivore viene prorogato il credito di imposta relativo ai pagamenti di gas ed elettricità, esteso anche a imprese agricole e delle pesca. 

BONUS 200 EURO A ESCLUSI 
Il bonus una tantum arrivato a luglio, verrà erogato a ottobre ai lavoratori sportivi e a quei lavoratori dipendenti che – pur percettori di reddito inferiore ai 35 mila euro – nei primi sei mesi dell’anno non hanno beneficiato dell’esonero contributivo previsto dalla legge di bilancio 2022, in quanto interessati da eventi (quali maternità o cassa integrazione) coperti solo figurativamente dall’Inps. A questi lavoratori l’indennità è riconosciuta in via automatica, previa autodichiarazione, nella retribuzione che sarà erogata nel mese di ottobre.

RISORSE PER TV IN AREE MONTANE
Arrivano 10 milioni per assicurare la visione della televisione alle comunità montane e in zone con impianti spenti. 

NIENTE PROROGA SMART WORKING
Nel decreto non c’è la proroga del lavoro agile per i fragili e per i genitori degli under 14, chiesta dal ministro Orlando, che però si è impegnato in sede di conversione. 

CREDITO D’IMPOSTA PER CARBURANTI IN AGRICOLTURA E PESCA
Previsto lo stanziamento di 194,41 milioni di euro per estendere il credito di imposta per i carburanti per l’esercizio dell’attivita’ agricola e della pesca anche agli acquisti effettuati nel terzo trimestre del 2022, per mitigare gli effetti economici derivanti dal perdurare dell’aumento del prezzo del gasolio e della benzina. Vi e’ poi un contributo straordinario, sotto forma di credito d’imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale a favore delle imprese che hanno subìto un incremento del costo per kWh superiore al 30 per cento relativo al medesimo periodo dell’anno 2019.

NUOVO TAGLIO 1,2% DEL CUNEO FISCALE, SALE AL 2% 
Per i periodi di paga dal 1 luglio 2022 al 31 dicembre 2022, compresa la tredicesima o i relativi ratei erogati nei predetti periodi di paga, l’esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico dei lavoratori dipendenti è incrementato di 1,2 punti percentuali. In totale la sforbiciata sale al 2%. 

ANTICIPO DELLA RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI 
Il conguaglio per il calcolo della perequazione dell’assegno per il 2021 viene anticipato al 1 ottobre 2022. Inoltre, la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per il 2022 e’ anticipata, per una quota pari a due punti percentuali, con decorrenza dal 1 ottobre 2022, con riconoscimento anche sulla tredicesima mensilità. In sede di rivalutazione delle pensioni con decorrenza dal 1 gennaio 2023 la percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni per l’anno 2022 è applicata in misura corrispondentemente ridotta di due punti percentuali. 

ARRIVANO I PROF ‘ESPERTI’ 
Nasce la figura del ‘docente esperto’ che guadagnerà 5.650 euro in più con assegno annuale ad personam: i prof ‘esperti’ non potranno essere più di 8mila e saranno selezionati tra i docenti di ruolo che abbiano superato tre percorsi formativi consecutivi. 

BONUS PSICOLOGO E PER I TRASPORTI
Per il bonus psicologo arrivano 25 milioni in più, quello destinato agli abbonamenti del tpl avrà 101 milioni in più. Subisce invece una riduzione (di 630 milioni in base al monitoraggio delle domande pervenute) la dote per il 2022 dell’assegno unico per i figli. 

SANITA’: 1 MILIARDO IN PIU’ 
Il decreto stanzia 1 miliardo aggiuntivo per il Fondo sanitario nazionale che arriva così a 4 miliardi. 

CARO ENERGIA: 400 MILIONI A ENTI LOCALI
Il decreto Aiuti bis prevede misure volte a sostenere gli enti decentrati per fronteggiare l’aumento dei costi dell’energia: sono stanziati 400 milioni per comuni, province e città metropolitane 

SICCITA’: INCREMENTO DI 200 MLN DEL FONDO
Per affrontare nell’immediato l’emergenza siccità viene incrementato di 200 milioni di euro il Fondo di Solidarietà nazionale per sostenere le imprese e le cooperative agricole danneggiate che non hanno sottoscritto coperture assicurative a protezione dal rischio siccità. 

FINO A 1 MILIARDO PER L’EX ILVA
Arrivano gli aiuti promessi per l’ex Ilva. Il decreto prevede che Invitalia sia autorizzata a sottoscrivere aumenti di capitale o diversi strumenti, comunque idonei al rafforzamento patrimoniale, anche nella forma di finanziamento soci in conto aumento di capitale, ulteriori rispetto a quelli previsti ai precedenti periodi e sino all’importo complessivamente non superiore a 1 miliardo di euro. 

OLIMPIADI MILANO-CORTINA, 400 MILIONI
Sono previsti 400 milioni per la realizzazione degli interventi per le Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Inoltre, Palazzo Chigi entra nella governance dell’organizzazione insieme al Comitato olimpico nazionale italiano, il Comitato italiano paralimpico, la Regione Lombardia, la Regione Veneto, le Province autonome di Trento e di Bolzano, il Comune di Milano e il Comune di Cortina d’Ampezzo. L’amministratore delegato verra’ nominato con decreto del presidente del consiglio dei Ministri, da adottare sentiti la Regione Lombardia, la Regione Veneto, le Province autonome di Trento e Bolzano, il Comune di Milano e il Comune di Cortina d’Ampezzo. 

RIFINANZIATI I CONTRATTI DI SVILUPPO 
Il decreto rifinanzia i contratti di sviluppo per 40 milioni nel 2022, 400 nel 2023, 12 milioni per ciascun anno dal 2024 al 2030. Rifinanziati anche gli Ipcei per 20 milioni nel 2022, 350 milioni nel 2023 e 35 milioni per ciascun anno dal 2024 al 2030. 

NUOVE RISORSE PER RICOSTRUZIONE POST-TERREMOTO 2012
Vengono stanziate nuove risorse per la ricostruzione di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna colpite dal sisma del 2012

sabato, 6 Agosto 2022 - 17:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA