Napoli, muore dopo il parto a 43 anni: i familiari sporgono denuncia, inchiesta sulla clinica dove la donna era ricoverata


Dalla gioia più grande al dolore che squarcia il cuore. Un salto tra emozioni forti e contrapposte che adesso diverrà oggetto di un’inchiesta da parte della magistratura. Vincenza Donzelli, 43 anni, è morta pochi giorni dopo avere dato alla luce il suo bambino.

Il suo cuore si è fermato all’ospedale Cardarelli, dove era stata trasferita dalla clinica privata nella quale aveva partorito.

Il triste annuncio lo ha dato il marito, Andrea Cannavale, produttore cinematografico e figlio dell’attore Enzo (scomparso nel 2011): «Buon viaggio Amore Mio bello… È stato un privilegio averti vissuto. Sei stata un esempio di Vita – ha scritto sui social – Ti prometto che crescerò nostro figlio con i tuoi valori e con la tua purezza d’animo. Mi hai fatto vivere il sogno più bello della mia Vita. Ti amerò per sempre». Vincenza ha dato alla luce un bimbo che pesa 4 chili e sta bene. La 43enne era tra le anime della Galleria Borbonica, della quale era responsabile del percorso via delle Memorie. I familiari hanno presentato denuncia, il che ha innescato l’apertura di un’inchiesta.

La procura disporrà l’autopsia, affinché vengano accertate le cause del decesso della 43enne. Vincenza Donzelli aveva vissuto la gravidanza senza problemi. Il 7 agosto – come ricostruisce ‘Il Mattino’ – era arrivata alla clinica Internazionale in via Tasso per partorire in modo naturale: sottoposta alla stimolazione per l’induzione al parto, Vincenza aveva però dovuto attendere il giorno seguente per essere sottoposta al taglio cesareo.

Si arriva così al giorno 8 agosto, quando in sala operatoria nasce il piccolo Vincenzo (gli è stato dato il nome del nonno paterno). Vincenza accusa delle complicazioni già qualche ora dopo il parto; viene seguita e trattata con le terapie. Ma il giorno seguente – 9 agosto – la situazione è ancora critica, e così la 43enne viene trasferita al Cardarelli dove però  il suo cuore smette di battere. 

lunedì, 15 Agosto 2022 - 09:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA