Caro bollette, lavorare un’ora in meno e avere un giorno libero in più: la proposta di Intesa Sanpaolo ai dipendenti

Banca Intesa Sanpaolo

Contro i rincari, Intesa Sanpaolo fa una proposta ai propri dipendenti: lavorare un’ora in più ogni giorno, così da restare a casa un giorno in più. In pratica, si tratta della settimana corta: si passa da 37 ore e mezza a 36 ore complessive con più tempo libero per i dipendenti e risparmio per l’istituto di credito.  

Per l’azienda avere meno gente in ufficio rappresenta un risparmio in bolletta in una fase di forte crisi energetica, per i dipendenti un taglio deciso alle spese per gli spostamenti. A questo si aggiunge un aumento, almeno teorico, della qualità della vita dei lavoratori.

Leggi anche / Caro bollette, Napoli vuole ‘spegnere’ il Natale. Manfredi: «Più sobrietà, eviteremo sprechi anche negli uffici»

La parola d’ordine nello schema di Intesa Sanpaolo, è flessibilità: ai dipendenti non verrà imposto un terzo giorno di riposo nel weekend. Niente chiusura al venerdì per intenderci. Sarà il lavoratore quindi a poter scegliere, concordandolo con l’azienda, quando prendersi la giornata libera extra.

L’eventuale via libera al piano è atteso per domani, mercoledì 12 ottobre, dopo l’incontro con i sindacati. La trattativa tra la banca e Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca e Unisin che rientra nell’ambito dello smart working e riguarda diversi aspetti tra cui anche la proposta di settimana corta, è attualmente in corso e dovrebbe concludersi appunto mercoledì.

   La proposta avanzata è quella di concedere ai dipendenti di lavorare per quattro giorni al posto dei cinque, con un aumento delle ore quotidiane che passerebbero da 7,5 a 9. Questo consentirebbe ad ogni lavoratore, a parità di retribuzione, di avere un giorno libero in più, per una prestazione settimanale complessiva di 36 ore rispetto alle 37,5 tradizionalmente svolte.

L’attuale contratto di lavoro del credito all’articolo 104 già prevede la settimana corta di quattro giorni e orario da 37,5 a 36 ore.

Leggi anche:
– Rinascita Scott, l’aula bunker si allaga. Topi, umidità e condizionatori rotti nella struttura costata 4 milioni
– Totoministri, Meloni incassa tre no pesanti. Salgono le quotazioni di Giulia Bongiorno per Giustizia o Viminale
– Pedopornografia, con 25 euro si abbonavano alla chat per scaricare foto: 12 indagati, arresti in Campania
– Locomotore a fuoco, operaio muore in una stazione sotterranea. Tre vittime sul lavoro al giorno: è strage silenziosa
– Caro bollette, Napoli vuole ‘spegnere’ il Natale. Manfredi: «Più sobrietà, eviteremo sprechi anche negli uffici»
– Alla guida di una minicar sterza per evitare di investire un gatto, muore il fratello 15enne che le era affianco

martedì, 11 Ottobre 2022 - 10:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA