«Via il reddito di cittadinanza ai genitori dei bulli»: il disegno di legge del Governo contro le baby gang


A rischio il reddito di cittadinanza dei genitori dei baby bulli. Allo studio del Governo c’è un disegno di legge per intervenire sulla piaga del teppismo giovanile e delle baby gang. L’intervento legislativo per i 14enne autori di atti violenti è composito, ed è stato illustrato dal sottosegretario alla Giustizia Andrea Ostellari, intervenendo alla trasmissione Dire Donna Oggi, in merito ai recenti fatti di cronaca.

Il disegno di legge, ha spiegato Ostellari, prevede «un provvedimento di ammonizione alla presenza dei genitori, dai 14 ai 18 anni invece lavori socialmente utili subito oppure processo ordinario subito con pena senza sconti».

Ci sarebbero però ripercussioni anche per i genitori, ai quali si andrebbe a «sospendere l’eventuale assegno unico o reddito di cittadinanza percepito dalla famiglia». «La giustizia nel nostro Paese – prosegue il sottosegretario – è ancora considerata un costo e non una risorsa, dobbiamo cambiare paradigma, visione e investire in personale e magistrati, solo così avremo la possibilità di cambiare il nostro sistema. Depositeremo nelle prossime settimane un nuovo disegno di legge che cerca di risolvere il problema stesso delle baby gang per dare un segnale ai giovani e ai loro genitori».

lunedì, 14 Novembre 2022 - 11:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA