Casalesi, confisca di beni per 23 milioni Blitz della Finanza, nel mirino 9 persone contigue ai gruppi Iovine e Guarnera

L'operazione della Finanza

Beni per oltre 23 milioni di euro sono stati confiscati questa mattina dai finanzieri del comando provinciale di Roma. A finire nel mirino sono 9 soggetti appartenenti al gruppo Iovine del clan dei Casalesi e al contiguo e autonomo gruppo Guarnera, operante nella zona di Acilia. Le indagini sono state condotte dagli specialisti del Gioco e sono state avviate all’esito di una vasta operazione antimafia che aveva portato all’arresto di Mario Iovine, Teresa Martinelli, Domenico Iovine, Vitantonio Iovine, Salvatore Iovine, Massimiliano Timpani, Frazio Timpani, Silvano Stollo, Sergio Guarnera, Sandro Guarnera, Franco Crispoldi, Fabrizio Diotallevi, Arben Zogu, Orial Kolaj e Petri Bardhi.
La confisca odierna ha ad oggetto i beni già sottoposti a sequestro nel marzo del 2016, vale a dire: l’intero patrimonio aziendale di 3 ditte individuali; le quote societarie, il capitale sociale e l’intero patrimonio aziendale di 5 società di capitali; 8 unità immobiliari site in Roma e nelle province di Nuoro e L’Aquila;1 terreno sito in Roma, 8 autovetture; 1 motociclo; e rapporti finanziari.

venerdì, 16 febbraio 2018 - 10:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA