Studentessa violentata, in cella gli stupratori: condannati in via definitiva dalla Corte di Cassazione

Cella Carcere

Lo scorso 5 ottobre, la Cassazione li aveva condannati, in via definitiva, a quattro anni di reclusione ciascuno per violenza sessuale di gruppo consumata nell’agosto del 2011 lungo il fiume Trebbia, nel piacentino, ai danni di una studentessa che all’epoca aveva 19 anni. Dimitri C., cremonese di 48 anni, odontotecnico, si è presentato in carcere. Damiano D., cremonese di 38 anni, artigiano, è stato invece arrestato e tradotto nella casa circondariale di Cremona dai carabinieri che hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dalla procura di Piacenza il 23 ottobre scorso nei confronti dei due cremonesi. La Cassazione aveva ritenuto “inammissibili” i ricorsi presentati da odontotecnico e artigiano verso la sentenza di condanna del processo d’appello a Bologna. La giovane vittima è già stata risarcita con 30.000 euro.
I fatti contestati si verificarono in Corte Brugnatella (Piacenza) nella notte tra il 5 e il 6 agosto 2011. La ragazza era in vacanza in compagnia di amici tutti provenienti dalla città di Cremona in un camping sul fiume Trebbia.

Leggi anche: 
–  Stop prescrizione, c’è l’emendamento: Bonafede gongola, la Lega temporeggia e i penalisti proclamano lo stato di agitazione
– Il quarto indagato per l’omicidio di Desirèe Mariottini vuole i domiciliari Napoli, all’interrogatorio di garanzia tace dinanzi al gip
– Bagagli a mano, l’Antitrust ferma Ryanair. Ma c’è già chi ha pagato il supplemento, la compagnia aerea promette ricorso

venerdì, 2 novembre 2018 - 22:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA