Napoli, ancora una maxi-rissa tra ragazzini Rotto il naso a un 15enne, poi in ospedale “Colpito al volto improvvisamente”

Polizia
di Dario Striano

Ancora una rissa. Ancora tra giovanissimi. Ancora a Napoli. Nella città, ultimamente balzata agli onori delle cronache per il fenomeno “baby gang”, un nuovo episodio di violenza ha visto coinvolti diversi minorenni.
A seguito di una maxirissa, avvenuta pochi minuti prima della mezzanotte a piazza Carlo III, nella notte tra domenica 20 e lunedì 21 gennaio, un 15enne è stato accompagnato in ospedale per aver riportato la rottura del setto nasale.
Secondo quanto rivelato agli uomini della polizia di Stato, accorsa prontamente sul luogo, dopo alcune segnalazioni, il minore sarebbe stato coinvolto nella scazzottata «senza neppure accorgersene». All’arrivo della volante del commissariato San Carlo, gli altri ragazzi sono scappati rendendo impossibile il loro riconoscimento.
Il 15enne, accompagnato in ospedale, è stato dimesso con una prognosi di venti giorni. Agli agenti ha dichiarato di non ricordare la fisionomia dei suoi aggressori e di non saper indicare i motivi alla base della rissa.

lunedì, 22 gennaio 2018 - 14:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA