Insegnante accoltellata al volto, il ministro Fedeli propone l’onorificenza di cavaliere Convalidato il fermo del diciassettenne

carcere

Docente sfregiata al volto, in carcere lo studente. Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli Nord, Carlo Avallone, ha convalidato il fermo per il diciassettenne che giovedì scorso ha accoltellato alla guancia la sua professoressa di italiano, Franca Di Blasio, dell’Istituto Bachelet di Santa Maria a Vico dopo che la docente aveva messo una nota sul registro perché il ragazzo rifiutava di farsi interrogare. Nei confronti del 17enne è stata applicata la misura cautelare in carcere presso uno dei due istituti di pena minorile disponibili in Campania, Nisida o Airola. Intanto, nei prossimi giorni si riunirà anche il Consiglio d’Istituto della scuola per decidere il provvedimento disciplinare da emettere nei confronti del giovane. Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli ha incontrato al Miur la professoressa Di Blasio e ha scritto al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per chiedere un’onorificenza come Cavaliere della Repubblica per la docente, come forma di riconoscimento per l’impegno e l’amore profusi ogni giorno nella sua professione. E come atto simbolico di valorizzazione del ruolo chiave che le insegnanti e gli insegnanti hanno nell’educazione delle nuove generazioni, soprattutto nei contesti di maggiore difficoltà.

 

lunedì, 5 febbraio 2018 - 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA