Finti incidenti stradali: indagati anche 2 medici, sospesi dall’attività professionale

Tribunale Giustizia

Finti incidenti, finte contusioni riportate da finti automobilisti durante i sinistri mai avvenuti. Ci sono anche due medici coinvolti nell’inchiesta coordinata dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che questa mattina è sfociata in quattro misure cautelari: due indagati sono stati colpiti dal divieto di dimora nella provincia di Caserta mentre due medici sono stati sospesi dall’esercizio della professione medica. I reati ipotizzati sono associazione per delinquere finalizzata alle truffe ai danni di compagnie assicurative, simulazione di reato, falsa testimonianza, falsa perizia, fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici.L’indagine è scattata a ottobre 2016 a seguito del sequestro, in uno studio legale di Sessa Aurunca, di 37 fascicoli relativi a richieste per risarcimento danni per sinistri stradali. E’ emersa così l’esistenza di un gruppo organizzato che attuava truffe ai danni di più compagnie assicurative, con un modus operandi collaudato basato sulla prospettazione di fittizi sinistri stradali con lesioni personali alle “parti coinvolte”.

________

Oggi il quotidiano in edizione digitale di Giustizia News24 è consultabile gratuitamente. 
Questo il link per leggere il giornale: 

Giovedì 5 aprile 2018

giovedì, 5 aprile 2018 - 11:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA