Il ‘Manifesto del diritto penale liberale’, ogni giorno un commento degli esperti:
dal 3 giugno su Giustizia News24

Tribunale

Dare spazio alla comunità dell’avvocatura, della magistratura e del mondo accademico. Affiancare i punti di vista di chi opera nel mondo della Legge alla cronaca sulle riforme annunciate o portate in Parlamento, sui processi dal più alto impatto mediatico, sulle criticità del sistema Giustizia. Questo allo scopo di riuscire ad analizzare da ogni prospettiva temi che incidono sulla società civile.

Dal giorno della sua (recente) nascita, Giustizia News24 ha cercato di allargare le notizie di cronaca al dibattito, costruttivo, trasformando le colonne del suo quotidiano digitale (disponibile solo su abbonamento; non esiste versione cartacea) in una comunità di confronto. In quest’ottica abbiamo sviluppato interviste e ospitato interventi sul tema delle carceri, dell’etica della magistratura e dell’avvocatura, sulla deriva del linciaggio mediatico verso gli avvocati chiamati a rappresentare indagati e/o imputati accusati di reati particolarmente odiosi, sulle riforme portate avanti in materia di Giustizia dal Governo giallo-verde. In quest’ottica abbiamo ospitato resoconti dettagliati di convegni di particolare attualità, da ultimo quello organizzato dalla Camera penale di Napoli e dall’associazione onlus ‘Il Carcere Possibile’ in difesa di Radio Radicale e in memoria di Massimo Bordin.

Abbiamo avuto il privilegio di ospitare le opinioni dell’ex capo della procura di Napoli Giovandomenico Lepore; dell’ex presidente dell’Associazione nazionale magistrati Francesco Minisci; dell’avvocato Riccardo Polidoro, fondatore de ‘Il Carcere Possibile’ e responsabile dell’Osservatorio Carcere Ucpi; dell’avvocato del foro di Roma Renato Borzone; del giornalista Alessandro Barbano, oggi vicedirettore del Corriere dello Sport e Responsabile Osservatorio Informazione Giudiziaria Ucpi; del presidente della Camera penale di Napoli Ermanno Carnevale. L’elenco, in verità, sarebbe molto più lungo e ci scusiamo con tutti quelli che non abbiamo citato. Ogni intervento, ogni intervista ha dato vita a momenti di riflessione importanti. Ha contribuito a dare valore agli approfondimenti che ogni giorno il nostro digitale cerca di offrire ai suoi lettori.

Ecco perché la proposta dell’avvocato Giorgio Varano di aprire le pagine del nostro giornale a un commento, ogni volta diverso, di un avvocato del foro di Napoli su uno dei 35 principi del ‘Manifesto del Diritto penale liberale e del Giusto processo’ è un’idea che raccogliamo volentieri (l’intervento dell’avvocato Varano è disponibile sul numero di oggi, sabato 25 maggio, del quotidiano digitale). La facciamo, quindi, anche un po’ nostra, aprendo sì al contributo dei penalisti partenopei, ma estendendo la ‘sfida’ anche a docenti universitari e ai penalisti di altri Fori. Ogni principio potrà essere commentato una sola volta, questo allo scopo di evitare accavallamenti e rendere più scorrevole il corso delle riflessioni.

Per dare a tutti la possibilità di intervenire, l’iniziativa partirà il 3 giugno. Per contattarci basta scriverci a: redazione@giustizianews24.it; oppure ci potete contattare al numero di redazione 3923603313.

Ricordiamo, infine, le modalità di abbonamento per accedere al quotidiano digitale, così da leggere i nostri approfondimenti e seguire il dibattito che a partire dal 3 giugno si svilupperà sul ‘Manifesto’: basta entrare nella sezione ‘Sfoglia il Quotidiano’ (o cliccare sul link’), scegliere una delle tre fasce di abbonamento (10 euro al mese; 50 euro per sei mesi; 100 euro per un anno) e poi procedere alle modalità di acquisto del quotidiano compilando i rispettivi campi (per velocizzare le procedure di registrare, vi preghiamo di inoltrare all’indirizzo mail amministrazione@giustizianews24.it copia del pagamento effettuato). In caso di difficoltà nel procedere alla registrazione, potete scriverci o contattarci alle mail e al numero di telefono sopra indicati.

sabato, 25 maggio 2019 - 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA