Whirlpool Napoli, Conte incontra
i lavoratori: «Azienda non dismetterà, rilancio con l’aiuto di Academy Apple»»

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (foto Kontrolab)
di Tina Raucci

Nuove rassicurazioni da parte del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ai lavoratori Whirpool. Il Premier ha incontrato ieri una delegazione di dipendenti presso la sede della onlus “Figli di famiglia”, nella periferia est di San Giovanni a Teduccio. «L’annuncio di Di Maio di revocare i 15 milioni di finanziamenti di cui ha beneficiato l’azienda ha sortito i suoi effetti» ha dichiarato Conte, proseguendo a fine riunione: «Ho ascoltato la folta delegazione di lavoratori Whirpool, è stato un momento forte. Dall’azienda fanno sapere che non sono intenzionati a dismettere il sito di Napoli. Da parte del Governo c’è il massimo impegno a garantirne l’occupazione». Il nuovo tavolo tra Mise e azienda è fissato per il 21 giugno al Ministero. «I dirigenti Whirpool dovranno far sapere in termini di contenuti come non dismetteranno il sito. Il Governo attende risposte» fa sapere inoltre il Presidente.

Sul territorio le basi per raccogliere la ‘sfida della competitività’ ci sono: le centinaia di studenti delle Academy Apple e Cisco studiano e lavorano ogni giorno a nuovi progetti, grazie allo stanziamento dei fondi europei, per realizzare prodotti e contenuti di sofisticata tecnologia. La visita di ieri del Premier ha interessato gli stessi laboratori delle periferie napoletane.

«Ho lanciato una provocazione: se l’azienda ha problemi in termini di competitività, i 380 studenti dell’Academy sono a disposizione per rilanciare la Whirpool con nuove idee e strategie. Non cerchino in Svezia o in Polonia altre opportunità, le offriamo qui» dichiara ancora Conte. La vicinanza Academy-Whirpool non è solo questione di chilometri: è una sinergia possibile che valorizza al meglio manodopera ed ingegno tecnologico. All’azienda e alla politica il compito di raccogliere la sfida.

Leggi anche:

– Maxi frode, senzatetto e ambulanti: «l’esercito dei morti di fame» utilizzati come prestanome e reclutati alla stazione
– Inchiesta sui Mondiali di calcio 2022: Platini fermato per corruzione, interrogato ex segretario generale dell’Eliseo
– Napoli, traffico di ‘bionde’: 28 arresti. Dai paesi del Nord Est all’Italia: i carichi nascosti in blocchi di mattonelle | Video

mercoledì, 19 giugno 2019 - 11:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA