Torre del Greco, bimbo muore annegato. Sospetti sulla madre, la donna bloccata perché voleva suicidarsi

Carabinieri
I militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Quando hanno visto quel corpicino in acqua, si sono tuffati senza pensare al gelo delle temperature. C’era un bimbo da salvare e hanno cercato di fare tutto ciò era in loro potere. Ma nulla è stato sufficiente.

Nella tarda serata di ieri a Torre del Greco, comune in provincia di Napoli, un bimbo di due anni e mezzo è morto annegato nella zona della Scala, a ridosso dell’area portuale della città vesuviana. A recuperare il corpo alcuni passanti. Altri, invece, hanno bloccato la madre del bimbo che aveva manifestato propositi suicidi. Le indagini sono affidate ai carabinieri sotto il coordinamento della procura della Repubblica di Torre Annunziata. I militari hanno condotto in caserma la donna per interrogarla.

La salma è stata posta sotto sequestro e ora è a disposizione dell’autorità giudiziaria. Un atto dovuto, in attesa di conoscere gli esiti delle indagini sul caso e per capire se sulla morte del piccolo possa esserci qualche responsabilità della madre. Gli inquirenti hanno disposto anche il sequestro della parte della spiaggia prospiciente la porzione di mare dove e’ stato recuperato il corpo senza vita del piccolo.

—– Seguono aggiornamenti —-

lunedì, 3 Gennaio 2022 - 09:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA