Accordo Lega-Cinque Stelle: i grillini si sfaldano, Menna lascia a Napoli. A Treviso aveva già detto addio Saponaro

Il consigliere comunale di Napoli dimissionario Francesca Menna

Il primo addio polemico verso l’accordo di Governo Lega-5 Stelle è firmato Antonio Mauro Saponaro. Una settimana fa l’informatico 44enne s’è dimesso dalla carica di consigliere comunale a Casier (Treviso) perché mal digeriva l’intesa tra le due forze politiche più votate il 4 marzo. «Non si può attaccare per anni Renzi e Berlusconi, parlare di inciucio, e poi andare a un abbraccio di altro tipo, ma sempre con chi è stato da un’altra parte rispetto a noi, e dire che è una scelta responsabile. E in disaccordo ho deciso di farmi da parte, non credo di poter rappresentare il movimento in un’istituzione», ha dichiarato in un servizio firmato da ‘La Tribuna’. Lui, militante grillino, se n’è andato in polemica coi Cinque Stelle.
A Napoli pare sia accaduto lo stesso. Francesca Menna, consigliere comunale a cinque stelle, ha rimesso il mandato questa mattina. Ma il politico, che ha ricevuto attestati di stima trasversali per il lavoro e la professionalità dimostrata nel corso del suo incarico, ha addotto una motivazione personale e di opportunità: «Ho ricevuto degli incarichi universitari tali da rendere impossibile lo svolgimento di Consigliere comunale con la dedizione e il rigore con cui ho lavoro questi due anni. Questo il motivo delle mie dimissioni. Auguro Buon lavoro al Consiglio tutto e al candidato che mi sostituirà», ha scritto lei anche sul suo profilo Facebook. Eppure, motivazioni ufficiali a parte, circola insistente la voce che Francesca Menna abbia fatto un passo indietro perché non condivide la scelta dei grillini di andare al Governo con la Lega.

—>>> Leggi anche: 

Bonafede, il caso Bari e il nodo intercettazioni: le priorità e le emergenze del nuovo ministro della Giustizia

lunedì, 4 giugno 2018 - 20:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA