Anziani vittime di truffatori vigliacchi, arrestato un 42enne


«Sono Luigi, il figlio del tuo vecchio collega di lavoro». Con questo trucco, vecchio quanto il mondo ma purtroppo sempre valido quando la vittima è una persona anziana, un 42enne originario di Napoli truffava i ‘nonnini’ in Calabria. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri di Lamezia Terme (Catanzaro). Il 42enne raccontava di lavorare per un noto stilista, Valentino, a Lugano, in Svizzera, e, a causa di alcuni inconvenienti, diceva di essere stato costretto a tornare momentaneamente in Calabria dove era rimasto senza denaro, non riuscendo più fare rientro. Di solito, per avvicinare le vittime, raccontava di essere figlio di un una persona conosciuta, ad esempio: «Sono Luigi, il figlio del tuo vecchio collega di lavoro». Il 42enne, truffatore seriale, era riuscito a farsi consegnare somme variabili fino a 1.000 euro in nome della vecchia amicizia con il fantomatico padre. Inoltre, per rendere più credibile il raggiro, consegnava alle vittime un pacco, con capi di abbigliamento, a suo dire, di grande valore perché firmati dallo stilista per cui diceva di lavorare. I carabinieri sono riusciti a identificarlo grazie alle dichiarazioni delle vittime del raggiro e alle immagini dei sistemi di videosorveglianza dell’area. L’uomo si trova agli arresti domiciliari a Soverato, in provincia di Catanzaro.

—>>> Leggi anche: 

L’incubo giudiziario è ormai alle spalle, Vittorio Pisani si riprende la scena: è Dirigente generale della Polizia

giovedì, 26 luglio 2018 - 12:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA