Cittadinanza onoraria a Liliana Segre, Geraci Siculo respinge la proposta: «Non ha meriti verso la comunità»

Liliana Segre

Ha creato scalpore la decisione del consiglio comunale di Geraci Siculo, un piccolo paese di 1800 abitanti in provincia di Palermo, che ha respinto a colpi di maggioranza la proposta di conferire la cittadinaza onoraria alla senatrice Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto. La proposta, che mirava a dare riconoscimento all’impegno della senatrice a vita contro il razzismo, era stata presentata dal gruppo di opposizione «UniAmo Geraci».

Tra le varie motivazioni che hanno portato alla bocciatura, il fatto che Liliana Segre – a dire della maggioranza – non avrebbe alcun merito particolare nei confronti della comunità. Inoltre il nuovo riconoscimento avrebbe potuto assumere un carattere discriminatorio nei confronti di tutti gli altri deportati nei lager nazisti. Il capogruppo della minoranza, Gaetano Scancarello, ha giudicato risibili le ragioni del rifiuto con il quale sarebbe stata scritta «una brutta pagina della storia politica recente di Geraci Siculo».

Leggi anche:
Maltrattamenti alla compagna, rinviato a giudizio l’ex boss Felice Maniero
– Turista morto nella Basilica di Santa Croce a Firenze, disposto il rinvio a giudizio per i vertici dell’Opera
– Anziano picchiato e vessato perché si lamentava troppo, 5 indagati in una comunità-alloggio a Palermo
– Ragazzo investito dal treno sulla Roma-Viterbo, deceduto 24enne: non si esclude il suicidio. Forti ritardi sulla linea
– Latitante da 6 anni: il narcos Carbone arrestato a Dubai, il paradiso dei camorristi in fuga dalla giustizia
– Napoli, 14enne sorpreso con un’arma da taglio a piazza Mercato: denunciato, è il nipote di un uomo dei Mazzarella
– Donna uccisa da un colpo di pistola nel Brindisino, fermato il marito che confessa: «E’ stato un errore»
Strage Bologna, ergastolo all’ex terrorista dei Nar Cavallini: i familiari delle vittime chiedono la verità sui mandanti

venerdì, 10 gennaio 2020 - 13:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA