Due italiani tra i nuovi giudici del Tribunale Ue, c’è anche un docente della Federico II

Mastroianni Roberto
Il professor Roberto Mastroianni

Due italiani, Ornella Porchia e Roberto Mastroianni, sono stati nominati giudici del Tribunale Ue dai rappresentanti dei Governi degli Stati membri. Lo rende noto il Consiglio europeo. Il loro mandato avrà inizio il primo settembre prossimo e scadrà il 31 agosto 2025. Porchia e Mastroianni sono stati scelti nell’ambito del rinnovo parziale della composizione del Tribunale in vista della scadenza del mandato di 23 giudici il prossimo 31 agosto.

Lo svedese Nils Wahl è stato invece nominato per sostituire, a partire da ottobre, il compatriota Carl Gustav Fernlund alla Corte Ue. Professoressa ordinaria di Diritto dell’Ue all’Università degli Studi di Torino, Ornella Porchia ricopre già il ruolo di Consigliere giuridico della Rappresentanza permanente italiana presso l’Ue. Classe 1964, Roberto Mastroianni è nato a Cosenza e insegna Diritto europeo all’Università di Napoli Federico II e alla Luiss di Roma. Dal 2015 collabora anche con l’Ufficio legislativo del Dipartimento per le Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Leggi anche:
– 
Palamara sospeso da funzioni e stipendio, decisione del collegio disciplinare del Csm dopo lo scandalo che ha travolto le toghe
– Autonomia, la Regione Campania presenta la sua proposta d’intesa al ministro Stefani De Luca: «Difesa rigorosa dell’unità»
– Vino a basso costo venduto come prodotto di qualità: 11 arresti, sequestrati 70 milioni Blitz in Puglia, Campania, Lazio e Abruzzo
– Omicidio di Genny Cesarano | Ucciso a 16 anni dalla camorra per errore, l’Appello non fa sconti: confermato l’ergastolo a 3 esponenti del clan Lo Russo
– Napoli, omicidio fuori al carcere: ergastolo a 2 uomini dell’Alleanza di Secondigliano per il delitto di Gennaro De Roberto
Tre furti in poche settimane, ancora nel mirino il ristorante ‘Ciro a Mare’ di Portici
– Via al piano lavoro della Regione Campania: si inizierà con 3mila assunzioni nella pubblica amministrazione

venerdì, 12 luglio 2019 - 19:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA