Ponticelli, tentata estorsione sui lavori per le Universiadi 2019 e nel cantiere Eav: eseguiti due arresti

Polizia

Un «regalo per gli amici di Barra». E’ con questa espressione che due (presunti) emissari della camorra dell’area est di Napoli avrebbero cercato di imporre il pizzo a una ditta che stava ristrutturando il complesso sportivo Palavesuvio di Ponticelli, a Napoli, nell’ambito dei lavori per le Universiadi 2019, e a due ditte consorziate impegnate nel rifacimento delle coperture e nella rimozione dell’amianto sul cantiere Eav di Ponticelli.

Le indagini, scaturite dalla denuncia dei destinatari delle pretese economiche, hanno portato questa mattina all’arresto di Salvatore Belpasso, di 42 anni, e di Antonio Assante, di 49 anni: i due sono considerati vicini al ‘cartello’ criminale che oggi vede uniti gli Aprea e i De Luca Bossa-Minichini. Entrambi rispondono di tentata estorsione e violenza privata, accuse aggravate dalla matrice camorristiche, per avere chiesto il pizzo sui lavori di ristrutturazione del Palavesuvio: il procuratore della società appaltatrice ha riferito che nel cantiere della società si erano presentate due persone che mediante minacce avevano intimato agli operai di sospendere i lavori al fine di costringere a corrispondere una somma di danaro non quantificata.

Belpasso deve rispondere anche della tentata estorsione per i lavori nel cantiere Eav di Ponticelli. I fatti contestati si sarebbero consumati il 6 e il 7 maggio.

Leggi anche:
– Il traffico dei libri antichi rubati e venduti a collezionisti, l’ex direttore dei Girolamini: in Usa libro di Galilei ceduto per 2 milioni
– Denunciano un’aggressione omofoba: il video diventa virale ma è una fake news
– Napoli, cloaca a cielo aperto sotto il naso di De Magistris: materasso e fioriera abbandonati in via San Giacomo | Foto
– Notre-Dame sei mesi dopo l’incendio: tempi lunghi per la ristrutturazione della cattedrale simbolo di Parigi
-Faida a Ponticelli, un arresto per l’agguato ad Anna De Luca Bossa
– Roma, autobus contro un albero: 10 feriti Passeggeri estratti dal veicolo, l’Atac ha aperto un’inchiesta interna
Auto rubate smontate e rivendute a pezzi, 17 arresti a Napoli: business da 2 milioni
– La guerra sulla proprietà dello stabile in Galleria Umberto I che uccise Salvatore: al processo acquisiti nuovi documenti

giovedì, 17 ottobre 2019 - 11:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA