«Processo mediatico tra diritto di cronaca e presunzione di innocenza», doppio dibattito a Roma organizzato dai penalisti


«Il processo mediatico tra diritto di cronaca e presunzione di innocenza: distorsioni e antidoti». Si intitola così il dibattito che domani, 17 gennaio, si terrà presso la sede dell’Unione delle Camere penali italiane in via del Banco di Santo Spirito 42 a Roma che e vedrà al tavolo dei relatori magistrati, giornalisti e avvocati. Un confronto corale, che comincerà alle 14.30 e terminerà alle 18.30, per un tema da sempre molto sentito nel mondo dell’avvocatura. A fare gli onori di casa saranno l’avvocato Cesare Placanica, presidente della Camera penale di Roma; l’avvocato Antonio Galletti, presidente del Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma; e il procuratore aggiunto Michele Prestipino, che attualmente sta reggendo l’ufficio giudiziario in attesa che il plenum del Csm scelga il successore di Giuseppe Pignatone, andato in pensione, tra la rosa dei tre ‘finalisti’ indicati l’altro giorno dalla V Commissione (in corsa vi è anche Prestipino).

Poi spazio al dibattito, diviso in due diverse tavole rotonde, che sarà moderato da Alessandro Barbano, vicedirettore del ‘Corriere dello Sport’. Il primo confronto si intitola «Tra nuove prassi e normativa vigente: le possibili ricadute sul processo». Ne discuteranno il procuratore di Napoli Giovanni Melillo; Enrico Mentana, direttore del Tg La 7 ed editore di Open; il professore Glauco Giostra, professore ordinario di Procedura penale all’Università degli Studi di Roma; l’avvocato Ermanno Carnevale, presidente della Camera penale di Napoli; l’avvocato Giorgio Varano, responsabile della Comunicazione dell’Unione delle Camere penali italiane; l’avvocato Luca Brezigar, responsabile dell’Osservatorio Informazione giudiziaria dell’Ucpi.

La seconda tavola rotonda si intitola, invece, «Diritto all’informazione e diritto di difesa a confronto». Si confronteranno Francesco Greco, procuratore di Milano; Carlo Verna, presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti; il professore Rino Rumiati, ordinario di psicologia cognitiva dell’Università di Padova; il professore Ennio Amodio, emerito di Procedura penale dell’Università di Milano; l’avvocato Andrea Soliani, presidente della Camera penale di Milano; l’avvocato Paola Savio, componente della giunta dell’Unione delle Camere penali italiane. Le conclusioni saranno affidate all’avvocato Eriberto Rosso, segretario dell’Ucpi.

Leggi anche:
– 
Regionali nelle Marche, il Movimento 5 Stelle si presenterà da solo: «Non ci sono condizioni per alleanze con altri partiti»
– Palermo, penalista ucciso a bastonate: chiesto l’ergastolo per sei imputati ritenuti vicini alla mafia di Porta Nuova
– Tribunali e procure senza un capo, tour de force della V Commissione: ecco i nomi per Catanzaro, Taranto e Sassari
– Whirlpool Napoli, operai bloccano l’autostrada: lo spettro della chiusura, dagli Usa restano fermi sulle loro posizioni
– Minorenni pestati a Nola, condannati due componenti del gruppo che aggredì alcuni coetanei in piazza Giordano Bruno 
– Caso Gregoretti: il rebus immunità finisce con una fumata nera sulla data del voto, Salvini: «Gente senza dignità» 
-Foggia, bomba contro centro anziani: la struttura è gestita da un testimone di giustizia già obiettivo di un raid esplosivo 
– Travolto da una benna ad Ancona, perde la vita un 49enne di Casavatore

giovedì, 16 gennaio 2020 - 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA