Coronavirus, altri 91 contagiati e il numero delle vittime sale a 56: lutto a Pozzuoli, San Giorgio a Cremano e Torre del Greco

Napoli, le strade della città vuote deserte dopo provvedimenti del governo Conte che per contrastare il diffondersi del contagio da Coronavirus (foto Kontrolab)

Altri 91 contagiati nelle ultime 24 ore, per un totale di 1194 positivi, e 56 vittime dalla data del primo contagiato. Il bollettino di ‘guerra’ della Campania – pubblicato nella tardissima serata di martedì 24 marzo dal Governatore Vincenzo De Luca – fa registrare un trend stabile nell’aumento delle persone che hanno contratto il Coronavirus ma un balzo in avanti nel numero dei morti.

Ieri si è fermato il cuore del 63enne Ettore Spigno, l’ispettore d’esercizio dell’Anm che era risultato positivo al Coronavirus. L’uomo era preposto al controllo del servizio di superficie. Tre decessi anche in provincia di Napoli: a Pozzuoli è morta una donna anziana che abita nel quartiere di Monterusciello; a San Giorgio a Cremano è scomparso un un padre di famiglia (nel comune è la seconda vittima dopo l’86enne spentosi domenica all’ospedale Cotugno); a Torre del Greco, il comune dell’area vesuviana più colpito dal Coronavirus, è venuta a mancare una signore di 89 anni.

Restando nella provincia di Napoli, a Torre del Greco i casi di contagio sono saliti a 34 ma anche a Pozzuoli c’è massima allerta: negli ultimi 4 giorni registrati sette nuovi casi che portano a 17 i positivi. Il crescente numero di contagi verificatosi sul territorio comunale, secondo il sindaco Vincenzo Figliolia, sarebbe da addebitare ai numerosi rientri in città, nelle ultime due settimane. Tre nuovi casi di contagio anche a Portici, che sale così a sei positivi (una persona anziana è deceduta l’altro giorno): si tratta di tre persone di sesso maschile, una è un operatore sanitario di una struttura ospedaliera che con molte probabilità ha contratto il virus combattendo questa guerra in prima linea ed è attualmente in cure domiciliari.

Nuovo caso anche a Castellammare di Stabia: si tratta di un 68enne che era ricoverato all’ospedale San Leonardo dallo scorso 21 marzo e che si era sottoposto al tampone, il cui esito è arrivato nel tardo pomeriggio di ieri. Il suo nucleo familiare, intanto, da diversi giorni è in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva. Il resoconto dei pazienti contagiati dal coronavirus a Castellammare di Stabia si aggiorna così a 9 nostri concittadini: 6 tuttora positivi, 2 deceduti e una guarita. In isolamento ci sono attualmente 26 nuclei familiari, per un totale di 92 persone.

Leggi anche:
– 
Il Coronavirus mette fuori gioco Bertolaso: «Sono positivo, ma coordinerò i lavori dell’ospedale della Fiera a distanza»
– Coronavirus, scrive «devo fumare una canna» sull’autocertificazione: 18enne denunciato nel Napoletano
– C’è la quarantena, ma non per i sicari: 33enne ferito in un agguato nel Napoletano, caccia a 4 uomini 
– Lombardia, Fontana chiede al Governo se c’è conflitto con la sua ordinanza. Ma in Campania De Luca va dritto come un treno
– Carceri, mascherine di carta attaccate con le spillette o chirurgiche: la dotazione per la Penitenziaria in alcune carceri
– Coronavirus, stabilimento Fca produrrà mascherine. La Ferrari supporterà la produzione di respiratori

mercoledì, 25 marzo 2020 - 00:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA