Napoli, intervento record al Monaldi: rimosse tre cisti a 15enne affetta da gigantismo


Tre formazioni cistiche rimosse dall’ovaio residuo tecniche chirurgiche mini invasive, senza asportarlo e senza compromettere la funzionalità ormonale di una paziente di 15 anni, già sottoposta a trapianto di cuore, affetta dalla sindrome di Sotos (gigantismo). Il delicato intervento è stato eseguito, in laparoscopia, dall’equipe della Uoc di Chirurgia generale dell’Ospedale Monaldi di Napoli guidata dal direttore Diego Cuccurullo.

«Si è trattato di un caso molto particolare per via della storia clinica della paziente», ha spiegato Cuccurullo. Alla giovane, infatti, prima di ricevere il trapianto, le è stato impiantato, nel 2012, un cuore artificiale che l’ha tenuta in vita per oltre 500 giorni ed è attualmente in follow up presso la Uosd di Assistenza meccanica al circolo e dei trapianti nei pazienti adolescenti, guidata da Andrea Petraio. «L’Azienda Ospedaliera dei Colli, nell’ambito della chirurgia laparoscopica è stata e continua ad essere pionieristica», ha dichiarato Maurizio di Mauro, direttore generale dell’Azienda.

Leggi anche:
– Coronavirus, nei negozi senza mascherina: prime maxi multe a Salerno. Napoli: «Ordinanza applicata senza sconti»
– Carabinieri arrestati a Piacenza, uno dei militari al gip: «La foto coi soldi? Denaro del Gratta e Vinci. Niente pestaggio»
– Inchiesta camici in Lombardia, Fontana iscritto nel registro degli indagati
– Campania, multa di 1000 euro a chi è senza mascherina al chiuso. Quarantena per chi rientra dall’estero
– Appalti irregolari a Cosenza: a giudizio l’ex governatore Oliverio (Pd) e altri 14. Non luogo a procedere per Occhiuto (FI)

sabato, 25 luglio 2020 - 17:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA