Napoli, sequestrato il kit per le ‘stese’ Cappello antischegge, cartucce e giubbotti antiproiettile in una mansarda | Video


Un berretto imbottito per evitare le schegge dei colpi di pistola, ma anche giubbotti antiproiettile e cartucce: è quanto hanno trovato i carabinieri in via Santa Maria Antesecula, nel rione Sanità, zona di affari del clan camorristico dei Sequino. Materiale che, secondo i militari, serviva per mettere in atto una ‘stesa’, colpi di arma da fuoco esplosi ad altezza d’uomo.

Lunedì scorso il clan Sequino è stato colpito da ordinanze che hanno portato in carcere più di 30 affiliati. I carabinieri della stazione Stella hanno perquisito un condominio: in una mansarda di libero accesso e di uso comune, nascosto tra ciarpame, mobili vecchi e polvere, hanno trovato un berretto antischegge chiuso in una busta e 2 giubbetti antiproiettile tenuti in un’altra busta.

Il berretto in origine era un normale cappellino da baseball ma è stato modificato imbottendolo con sacchettini di sabbia per renderlo resistente a schegge causate da eventuali colpi di arma. Trovate anche 12 cartucce cartucce calibro 9×21 e 8 calibro 7,65.

Leggi anche:
Scoperti 39 lavoratori ‘in nero’ in fabbriche manifatturiere nel Napoletano
– Nel Casertano droga comprata tramite posta, pagata con moneta virtuale Arrestati 5 ragazzi e indagati 6 minori
– Scontro tra tir e automobile: un morto sull’A1 tra Caianello e Capua
– Neomelodici e clan, Marciano ci ricasca: canta nel rione Faito e ringrazia il ras, aveva già cantato per i Gionta
Denuncia di essere stata violentata da un ragazzo conosciuto in discoteca: 25enne finisce in prigione nel Napoletano
Casalesi in Veneto, indagini su politica e voto di scambio: 50 arresti e sequestri

mercoledì, 20 febbraio 2019 - 12:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA