Il vicepremier Salvini torna a Napoli: «Contro la camorra ci vuole l’impegno di tutti, il contrasto ai clan richiede tempo»

Il ministro dell'interno Matteo Salvini a Napoli lo scorso 15 novembre (foto Kontrolab)

L’ultima visita a Napoli è del 15 novembre. Il 18 gennaio, invece, si fermò ad Afragola dopo l’emergenza delle bombe contro i negozi. Oggi pomeriggio il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini torna nella città di Partenope per presiedere il comitato per l’ordine e la sicurezza convocato in prefettura per le 15.30. Un arrivo che Salvini annuncia in radio con un intervento contro la camorra e con un appello lanciato alla società civile.

«La sicurezza a Napoli? Metto a disposizione uomini, mezzi, telecamere, poliziotti e interventi di ordine pubblico. Certo non posso fare in qualche mese quello che non si è fatto in decenni. Torno per incontrare sindaci, parroci, cittadini. Ma c’è un impegno di uomini e mezzi su Napoli che non si e’ visto prima. Molto dipende, però, anche dalla realtà locali. Per sconfiggere la camorra occorre la partecipazione di tutti: enti locali, cittadini, commercianti», ha osservato Salvini intervenendo a Radio Crc nel corso della trasmissione Barba & Capelli.

«Restano tanti altri problemi: oltre alla camorra, parcheggiatori abusivi, case occupate. Stiamo cercando di risolvere tutte queste situazioni difficili nel minor tempo possibile e, posso affermare fieramente, che ci stiamo riuscendo. Sulla camorra, lo Stato deve essere assolutamente vicino a chi denuncia. Abbiamo rinnovato i vertici dell’agenzia dei beni confiscati, abbiamo dato più poteri, più soldi, la possibilità di gestire i beni anche da parte di professionisti. La camorra la sconfiggi andando a sequestrate ville, conti correnti, non solo a Napoli ma ovunque, anche a Milano. Sull’immigrazione posso fare cose concrete in nove mesi, sulla criminalità ci vuole più tempo.», ha concluso.

Leggi anche:
– Portici, due ladri colpiscono un bar: il titolare pubblica sui social le immagini dei balordi riprese dalle telecamere
Assalto dei terroristi in Nuova Zelanda, strage in due moschee: ci sono 48 morti. L’attacco ripreso live da un attentatore
– Napoli, accoltellò il rivale dopo il rifiuto della ex a ‘C’è posta per te’: condannato a 8 anni e 2 mesi in Appello
– Bancarotta, ai domiciliari l’ex azionista di maggioranza dell’Interporto Sud Europa di Caserta
– Napoli, rubavano automobili all’interno dei garage, sgombinata la banda: tra loro anche un minorenne | Video
Reggio Calabria, dà fuoco alla ex moglie: arrestato il 42enne di Ercolano
– Facebook e Instagram di nuovo fuori uso e su Twitter scatta lo sfottò degli utenti

 

venerdì, 15 marzo 2019 - 11:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA