Omicidio Materazzo, l’imputato cambia avvocato e fa saltare il verdetto: parti civili condannate a uno strazio infinito

Luca Materazzo
L'imputato Luca Materazzo

Un’attesa infinita. Straziante. Luca Materazzo alza volutamente il freno a mano al processo che lo vede imputato per l’omicidio del fratello Vittorio e fa slittare ancora il momento conclusivo del sofferto dibattimento. Nuovo cambio di avvocati, deciso e comunicato alla vigilia dell’udienza di chiusura fissata per questa mattina. I penalisti Alessandro Motta e Concetta Chiricone sono stati ‘licenziati’ con un telegramma, senza un perché, senza una parole di scuse per il lavoro che hanno svolto (sono entrati alla fine del processo e dunque hanno dovuto studiare l’intero caso) e per il tempo impiegato a studiare l’arringa. «E’ professionalmente umiliante», ha osservato l’avvocato Motta.

Se l’incredulità degli avvocati di Materazzo è comprensibile, resta inspiegabile la strategia nevrotica di revoca degli avvocati messa in atto dall’imputato: questa strada non porterà di certo a una scarcerazione e Luca Materazzo, laureato in Giurisprudenza, ne è consapevole, quindi lo scopo finale della dilatazione del processo non è il ritorno in libertà. L’unico effetto immediato ed evidente provocato dalla strategia dell’imputato è la straziante attesa e l’amplificazione del dolore alle quali Luca Materazzo sta condannando la moglie e i figli di Vittorio Materazzo, e le sue stesse sorelle, che vivono divise tra il dolore per la perdita di Vittoria, l’angoscia di pensare che sia stato un altro fratello a commettere il delitto, e il dispiacere di vedere quel fratello più piccolo dietro le sbarre.

Stamattina, in aula, è stato nominato come difensore di ufficio Alfonso Maria Avitabile, che è l’avvocato numero 17 a difendere Luca in questo dibattimento: il legame ha giustamente chiesto i termini a difesa per poter studiare il processo e preparare l’arringa. I giudici della Corte d’Assise di Napoli, presidente Provitera, hanno rinviato l’udienza conclusiva al 7 maggio. Sempre che Luca Materazzo non regali qualche altra sorpresa.

Leggi anche:
– Sant’Anastasia, crolla parete di una scuola Ferita la maestra e cinque bambini
– Camorra, stangata per il clan Mazzarella: inflitti 194 anni di cella a 17 capi e gregari della cosca di San Giovanni a Teduccio
– Terrorismo in Italia, si addestravano per combattere con l’Isis: arrestati due lupi solitari, un palermitano e un marocchino
– Cassazione, arrivano 70 magistrati: ok del plenum del Csm al ‘piano Bonafede’ per risanare la Giustizia

giovedì, 18 aprile 2019 - 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA