Villaricca, 170 chili di ‘botti’ illegali in garage: 2 persone ai domiciliari | Video


Due persone agli arresti domiciliari e 3 denunciate durante un blitz dei militari dell’Arma della stazione di Villaricca, nell’ambito di un servizio di contrasto all’uso e alla vendita di botti illegali disposto dal comando proviciale di Napoli. Scoperti 170 chili di ordigini esplosivi e artifizi pirotecnici conservati illegalmente all’interno di 3 garage. A finire in manette un 35enne di Villaricca e un 37enne di Qualiano. Durante una perquisizione, i militari hanno rinvenuto ben 434 ordigni artigianali e 761 fuochi di ‘libera vendita’, detenuti illecitamente in tre box auto posti al di sotto di un condominio privato di Villaricca.

Un vero e proprio arsenale stoccato in tre piccoli locali sotterranei composto da ‘rendini’, ‘cipolle’, ‘colpi di mortaio’ e ‘batterie di fuochi’. Tre le persone denunciate per aver concesso in uso ai due arrestati i locali come magazzino per il materiale esplodente la cui potenza avrebbe potuto mettere in serio pericolo la stabilità dell’intero condominio. Gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa di giudizio. I fuochi sono stati campionati dai carabinieri del nucleo artificieri di Napoli e affidati ad una ditta specializzata per la distruzione.

Leggi anche:
– Poliziotto travolto e ucciso a Pozzuoli, due persone iscritte nel registro degli indagati
– Deceduto l’artigiano in coma alle Barbados, gli amici avevano organizzato una colletta per salvargli la vita
– Salerno, incidente in scooter: muore a 33 anni la giornalista Marta Naddei
– Portici, uomo travolto e ucciso da un treno regionale nei pressi della stazione
– Conte: «Snelliremo la macchina burocratica: scontenteremo molti ma siamo pronti a respingere gli attacchi»
– Istruzione, Conte nomina 2 ministri: il rettore della Federico II di Napoli Manfredi all’Università, Azzolina alla Scuola
– Travolta e uccisa dal treno, si indaga per omicidio volontario: Veronique Garella potrebbe essere stata spinta

lunedì, 30 dicembre 2019 - 09:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA