Ex Ilva di Taranto, ArcelorMittal ferma l’Acciaieria 1: 250 lavoratori in cassa in cassa integrazione

Ilva Taranto
L'ex Ilva di Taranto (foto Kontrolab)

Fermo immediato dell’Acciaieria 1 di Taranto. E’ la decisione presa da ArcelorMittal e che è stata comunicata oggi ai sindacati in un tavolo convocato dalla stessa azienda. Decisa anche una riduzione di personale: si passerà da 477 a 227 unità. Duecentocinquanta lavoratori usufruiranno, dunque, della Cig. La notizia è arrivata dai sindacati Fim, Fiom e Uilm. Secondo quanto comunicato dall’azienda, l’Acciaieria 1 rimarrà ferma fino al 31 marzo 2020, per circa 2 mesi. Secondo i sindacati i nuovi assetti produttivi «sono dovuti a uno scarso approvvigionamento di materie prime e all’attuale capacità produttiva legata alle commesse».

L’Acciaieria 2 invece, marcerà a pieno regime. «Parte della produzione – sostengono Fim, Fiom e Uilm – della stessa Acciaieria 1 verrebbe spostata all’Acciaieria 2 che passerebbe dall’attuale regime di due convertitori a tre in marcia. L’azienda ha ribadito la necessità di mantenere i presidi per la quasi totalità della manutenzione e del personale necessario di esercizio per garantire la salvaguardia impiantistica propedeutica alla ripartenza dell’impianto».

Leggi anche:
– San Giorgio ricorda le vittime del nazismo: installate 4 pietre d’inciampo. Il sindaco Zinno: «Nessuno deve dimenticare»
– Sanità a Napoli, assunti 797 infermieri: la mappa dei presìdi dove lavoreranno. De Luca: «In atto una vera rivoluzione»
– Donna si dà fuoco davanti al tribunale dei minori di Mestre: è in gravi condizioni
– Cosenza, Cinzia Guercio è il nuovo prefetto: prende il posto di Paola Galeone, agli arresti domiciliari
– Suppletive, i giochi sono fatti: lista Ruotolo senza logo del Pd, Napolitano e Guangi in lizza per M5S e centrodestra 
– Caso Gregoretti, è il giorno del giudizio su Matteo Salvini: il leader della Lega chiede ai suoi di votare sì al processo 
– Foggia, task force contro la criminalità che assedia la città: raffica di perquisizioni 
– Mafia, alleanza tra clan di Catania e Trapani: 23 indagati, sequestrati beni per 20 milioni di euro

 

lunedì, 20 gennaio 2020 - 16:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA