Lecco, padre strangola i due figli e si suicida. L’ultimo sms alla moglie: «Non li rivedrai mai più»

carabinieri scientifica
Sul posto i militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Uccide i figli e si suicida. Sembra chiara la dinamica della morte di due bambini di 6 e 12 anni e di un uomo, Mario Bressi, di 45 anni, padre dei due piccoli ritrovati cadavare questa mattina. Secondo le prime informazioni, sarebbero stati strangolati dal padre in un condominio di Margno, un piccolo paese di nemmeno 400 abitanti, in provincia di Lecco. L’uomo avrebbe prima ucciso i figli e poi si sarebbe suicidato gettandosi dall’altissimo ponte della Vittoria a Maggio di Cremeno (Lecco), a poca distanza da dove sono stati trovati i cadaveri dei figli. A causare la tragedia sarebbe stata la difficile separazione dalla moglie.

La famiglia sarebbe originaria del Milanese, con una casa di villeggiatura a Margno. I corpi dei bambini sono stati ritrovati dalla madre, giunta dal Milanese disperata dopo aver ricevuto un SMS dal marito per informarla che non avrebbe più rivisto i figli. Il particolare emerge da una prima ricostruzione degli inquirenti che indagano sulla tragedia. Sul luogo del duplice delitto, un condominio in piazzale della Funivia, è arrivato anche il medico legale. I primi accertamenti confermano la morte dei bambini per soffocamento.

Leggi anche:
Caserta, appalti pubblici col sostegno dei clan: arrestati 2 imprenditori, accusati di collusioni coi Casalesi
Gaffe di Azzolina su Scampia: «Scuola in un appartamento». Paipais (Iv) la smentisce, lei chiede scusa
– Crollo di Albizzate, c’è il primo iscritto nel registro degli indagati. Nominati due consulenti
– Scuola, è ufficiale: riapertura il 14 settembre. Il ministro Lucia Azzolina: «Lezioni anche fuori dalle scuole»
Coronavirus, continua l’altalena dei nuovi casi: oggi sono 259. Decedute 30 persone. In Campania tre positivi

sabato, 27 giugno 2020 - 14:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA