Processo ‘Carburanti’, assolto Cosentino La decisione della Corte d’Appello

Nicola Cosentino

La Corte d’Appello di Napoli ha assolto l’ex sottosegretario all’Economia del Popolo della Libertà, Nicola Cosentino, i fratelli Giovanni e Antonio, e gli altri imputati del processo cosiddetto “Carburanti”, relativo a fatti concernenti l’azienda di famiglia dei Cosentino, l’Aversana Petroli. Le accuse erano a vario titolo di estorsione e illecita concorrenza con l’aggravante mafiosa. In primo grado l’ex politico di Casal di Principe era stato condannato a 7 anni e sei mesi di carcere, mentre ai fratelli Giovanni e Antonio erano state inflitte rispettivamente condanne a 9 anni e mezzo e 5 anni e 4 mesi. Sono stati assolti inoltre il funzionario della Regione Campania Luigi Letizia (condannato in primo grado a cinque anni e quattro mesi), i dipendenti della Q8 Bruno Sorrentino e Giovanni Adamiano (entrambi condannati a tre anni e sei mesi), e l’imprenditore ritenuto vicino al clan Zagaria Michele Patrizio Sagliocchi (sette anni in primo grado).

—>> Leggi anche:
-Cosentino, corruzione: la Cassazione conferma la condanna
-Stesa a Soccavo, esplosi 8 colpi di pistola
-Forcella, donna ferita in una stesa
-Stesa al Mercato esplosi 18 colpi

venerdì, 14 settembre 2018 - 14:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA