Ancona, strage di minori in discoteca: adesso le indagini virano su un ragazzo Critiche le condizioni di 7 feriti


C’è un ragazzino sul quale si stanno concentrando i carabinieri nell’ambito dell’inchiesta sulla strage nella discoteca ‘Lanterna azzurra’ di Corinaldo dove era in programma il concerto del trapper Sfera Ebbasta. A lui i militari dell’Arma sono risaliti attraverso le testimonianze raccolte ieri pomeriggio. Non è un lavoro facile, anche perché le dichiarazioni dei ragazzi riusciti a salvarsi sono tante, alcune confuse per via dello choc provocato dall’inferno che si è scatenato. “Dobbiamo registrare situazioni strazianti dal punto di vista psicologico più che da quello medico”, ha dichiarato Maria Capalbio, direttore generale di Marche Nord, l’azienda ospedaliera che amministra anche il ‘San Salvatore’ di Fano, dove da ieri sono ricoverati 10 minorenni coinvolti nella calca. Bisognerà muoversi con prudenza, valutare con accuratezza ogni dichiarazione.

Tra le prime testimonianze raccolte nella giornata di ieri c’era chi sosteneva che a scatenare il panico usando il gas urticante fosse stata una ragazzina. Adesso invece l’obiettivo vira un minorenne. Che, pare, avrebbe lanciato lo spray urticante nel mezzo della sala. E’ tutto da verificare. Tutto da accertare. Utile, ai fini delle indagini, sarà il ritrovamento della bomboletta con lo spray urticante che è stata recuperata nel locale dai carabinieri: eventuali impronte digitali su quella bomboletta potrebbero svelare il nome della persona che ha seminato il panico e la morte.

Restano, intanto, stabili ma critiche le condizioni dei sette ragazzi ricoverati in rianimazione all’ospedale di Ancona dopo essere rimasti gravemente feriti nella calca che si è scatenata nella discoteca ‘Lanterna azzurra’ di Corinaldo. “Le condizioni dei sette ricoverati sono stabili ma critiche – afferma all’Adnkronos Roberto Papa, dirigente medico della Direzione medica degli ospedali Riuniti di Ancona –  la prognosi resta riservata”. I ragazzi feriti lievemente e soccorsi in codice verde sono stati dimessi ieri, mentre migliorano le condizioni di un giovane, ricoverato ieri in codice rosso ma non in rianimazione. In tarda mattinata sarà diffuso un bollettino medico sulle condizioni dei feriti.

Nella strage sono morti cinque ragazzini e una mamma che aveva accompagnato la figlia al concerto.

Leggi anche:
– 
Bimbi strattonati e tirati per i capelli, il giudice: fu abuso di metodi di educazione e non maltrattamenti, una condanna
– Ancona, la strage di minori in discoteca: il Questore in lacrime, la procura apre 2 fronti di inchiesta e ‘accusa’ i gestori
– Ancona, la strage di minori in discoteca: otto ragazzini sono in pericolo di vita, ecco le sei vittime della tragedia
– Melito, spaccio di droga nella ‘219’: arrestate due persone sorprese a vendere sostanze stupefacenti
– Pretendeva un fuori busta sulle indennità per i disabili, avvocato condannato a 4 anni
– Gli italiani bocciano la Giustizia: costosa e lenta, i dati della sfiducia nel rapporto Censis

domenica, 9 dicembre 2018 - 10:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA