Video arresto Battisti, la procura boccia l’esposto dei penalisti di Roma: «Né dolo né vantaggio patrimoniale, caso chiuso»

Salvini Bonafede

Lo show messo in piedi in occasione dell’arrivo in Italia dell’ex terrorista del Pac Cesare Battisti resta e resterà solo un caso politico. Resta e resterà solo un episodio che ha allargato il solco che separa il mondo dei penalisti dal Guardagilli. Sul fronte giudiziario la procura della Repubblica di Roma ha, infatti, ritenuto che non esistono gli estremi per contestare al ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e al ministro dell’Interno Matteo Salvini, in prima fila ad ‘accogliere’ il detenuto Battista (in fuga da 37 anni), la mancata adozione delle opportune cautele dirette a proteggere le persone in arresto dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità.

Non c’è dolo né vantaggio patrimoniale, ha concluso la procura della Capitale per motivare la richiesta di archiviazione che è stata già trasmessa al Tribunale dei Ministri. Il fascicolo a carico di Bonafede e Salvini era stato aperto perché in procura sono pervenuti ben due esposti, uno dei quali a firma della Camera penale di Roma presieduta dall’avvocato Cesare Placanica. Gli avvocati in particolare contestavano la realizzazione e la diffusione del video «in cui Battisti veniva esibito come un trofeo nel passaggio e nella consegna tra le varie forze dell’ordine».

Nell’esposto l’avvocatura richiamava anche l’articolo 3 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo sul «divieto di trattamenti disumani e degradanti», nonché l’articolo 114 del codice di procedura che vieta «la pubblicazione dell’immagine di persona privata della libertà personale ripresa mentre la stessa si trova sottoposta all’uso di manette ai polsi ovvero ad altro mezzo di coercizione fisica» e l’articolo 42 bis dell’ordinamento penitenziario che prevede che «nelle traduzioni siano adottate le opportune cautele per proteggere i soggetti tradotti dalla curiosità del pubblico e da ogni specie di pubblicità».

Leggi anche:
– Napoli, distributori di carburanti ‘taroccati’, erogavano aria: sequestrati 2 impianti
– Manuel, la promessa del nuoto non camminerà più: l’omertà protegge i balordi che gli hanno sparato | Roma
Raffaele Cantone in rotta col Governo, si candida alla guida di 3 procure: pronto a lasciare l’Anac con un anno d’anticipo
Terremoto al quotidiano Repubblica, finisce l’era Mario Calabresi. Il direttore si congeda con un tweet: «E’ stata una decisione degli editori»
– Ruotolo, sospesa la revoca della scorta: il giornalista minacciato dai Casalesi resta sotto la protezione delle forze dell’ordine
– Sanremo, si finge il senatore Zavoli per ottenere accredito per il festival: 43enne denunciato, stasera via alla kermesse

mercoledì, 6 febbraio 2019 - 15:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA