Bambino di 2 anni muore nel Frusinate: arrestata la madre, lo avrebbe strangolato

Carabinieri

Sarebbe stato strangolato dalla madre. La donna avrebbe perso il controllo in seguito ad una banale richiesta del figlio di tornare dalla nonna. Lo avrebbe soffocato stringendogli il collo e chiudendogli la bocca, causandone la morte per asfissia. Il piccolo Gabriel, di appena 2 anni e mezzo, è morto nel pomeriggio di ieri a Piedimonte San Germano. Ad ucciderlo sarebbe stata la madre, Donatella Di Bona arrestata durante la nottata dai carabinieri del comando provinciale di Frosinone e dai colleghi della Compagnia di Cassino con l’accusa di omicidio volontario. La mamma aveva raccontato che nel pomeriggio di ieri, in località Volla, il piccolo era stato investito e ucciso da una macchina poi fuggita. Il personale del 118 ha cercato di salvarlo praticando un massaggio cardiaco, ma ogni tentativo è stato vano.

Secondo quando ricostruito dagli investigatori del colonnello Fabio Cagnazzo, comandante provinciale, la ventottenne avrebbe cercato di far tacere il piccolo che piangeva chiudendogli la bocca con una mano e poi lo avrebbe strangolato. Il tutto sarebbe accaduto durante una passeggiata nei pressi dell’abitazione della nonna materna del bimbo.  Il magistrato Valentina Maisto, della procura di Cassino, ha disposto lo stato di fermo per la donna con l’accusa di omicidio volontario e disposto il suo trasferimento nel carcere di Rebibbia a Roma. Inoltre lo stesso sostituto procuratore ha disposto che sul corpicino del bimbo venga effettuata l’autopsia.

Leggi anche:
– Sant’Anastasia, crolla parete di una scuola Ferita la maestra e cinque bambini
– Camorra, stangata per il clan Mazzarella: inflitti 194 anni di cella a 17 capi e gregari della cosca di San Giovanni a Teduccio
– Terrorismo in Italia, si addestravano per combattere con l’Isis: arrestati due lupi solitari, un palermitano e un marocchino
– Cassazione, arrivano 70 magistrati: ok del plenum del Csm al ‘piano Bonafede’ per risanare la Giustizia

giovedì, 18 aprile 2019 - 07:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA