Raccolta differenziata in difficoltà, l’allarme dei sindaci: «Napoli favorita, rallentano il conferimento»

Zinno ritardi differenziata
La coda dei camion in discarica e, a destra, il primo cittadino di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno

La raccolta differenziata in provincia di Napoli sta subendo pesanti rallentamenti a causa della gestione degli impianti di smaltimento a cura della Città Metropolitana. L’allarme è stato lanciato dai primi cittadini «dei comuni di Portici, San Giorgio a Cremano, Ercolano, San Sebastiano al Vesuvio, Cercola, Massa di Somma, Somma Vesuviana, Volla, Pollena Trocchia e Torre del Greco, segnalano ancora una volta il rischio che la raccolta differenziata delle proprie città venga vanificata dalla pessima gestione degli impianti di smaltimento a cura della Città Metropolitana e della Società Provinciale Sapna». «Difatti – attaccano i sindaci – oltre ad aumenti sconsiderati dei costi che si ripercuoteranno sui cittadini, vi è una politica che mette in coda alle necessità della città di Napoli qualsiasi altro territorio rallentando, se non bloccando, la raccolta anche nelle città dove non vi è alcuna crisi».

Secondo loro potrebbero esserci pesanti disagi per la popolazione nei prossimi giorni «nelle nostre città vi potranno essere disservizi creati dalle interminabili code per sversare l’indifferenziato che in maniera sistematica vedono i camion dell’Asia scavalcare qualsisi fila». Una gestione dell’impianto del tutto inefficiente e faziosa da parte della Sapna e della Città Metropolitana che privilegia la città di Napoli e «mortifica i nostri territori penalizzando i Cittadini virtuosi creando evidenti disparità di trattamento a favore di Amministrazioni inadempienti sugli obiettivi di legge in materia di raccolta differenziata». «Abbiamo – dice Giorgio Zinno, sindaco di San Giorgio – solo un mezzo a disposizione stanotte, gli altri sono ancora in coda per scaricare». «Per tale motivo invito a conferire quanto meno rifiuto possibile e rispettare la frazione onde evitare seri problemi per domani mattina. Insieme agli altri sindaco stiamo chiedendo a gran voce che termini questo atteggiamento di sopraffazione! Intanto vi chiedo una mano per diminuire le criticità» conclude Zinno.

Leggi anche:
– Zingaretti rottama il Pd e punta alle Sardine, Valente: «Bene, si riparta dal coraggio e dalle donne»
– Lazio-Napoli, la piccola Noemi entra in campo tenendo la mano a Immobile: Insigne le regala la sua maglia
– Morì schiacciato da pannelli in falegnameria sotto gli occhi della moglie: tre imputati rinviati a giudizio
– Accusati di abusi sui figli, genitori assolti: distorti i racconti dei bimbi, la famiglia fatta a pezzi sei anni fa
– Bomba davanti al supermercato Sole365, l’imprenditore Apuzzo si sfogò con Greco: «L’ha messa quel fetente, fastidi di morte»
– Violano l’account home banking e gli portano via 9mila euro, 5 denunciati
– Preso in una villetta di Pozzuoli Rade Nikolic, evase durante un permesso premio nel campo rom di Secondigliano
– Dress code alla corsiste, il pg al Csm: «Il pm Nalin succube di Bellomo, basta la sospensione come sanzione»

lunedì, 13 gennaio 2020 - 08:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA