Coronavirus, a Napoli le associazioni donano mascherine per i sordomuti


Le mascherine sono ormai entrate a far parte della nostra quotidianità e lo saranno ancora di più nella così detta ‘fase2’ quando il loro uso da parte dei cittadini diventerà obbligatorio per evitare la diffusione del contagio. Ma le tradizionali mascherine non sono adatte a tutti.
Il loro uso infatti impedisce ai sordomuti di poter leggere le labbra, strumento per loro indispensabile per rapportarsi con gli altri.

Da qui l’idea delle associazioni ‘Ciro Vive’, presieduta da Antonella Leardi, e ‘Diritto alla salute’, guidata da Maria Romano, di realizzare mascherine di tnt dotate di una copertura trasparente all’altezza della bocca così che siano visibili le labbra. Le mascherine sono state cucite dalla sarta Anna Novellino e sono state donate stamattina all’Ente Nazionale Sordi (ENS) onlus di Napoli. La consegna si è svolta davanti alla sede del Comune di Napoli, alla presenza del sindaco, Luigi de Magistris.

Leggi anche:
– Coronavirus, Aifa autorizza tre nuovi studi clinici per il trattamento del virus
La Corte Ue bacchetta Ryanair: i prezzi dei voli siano trasparenti, la compagnia fu multata nel 2011 per i costi ‘nascosti’
Prestiti con interessi oltre il 60%, commercialista sotto strozzo: in carcere titolare di distributore di benzina | Video
– La Campania riapre: ok alle consegne a domicilio per librerie, ristoranti, pizzerie, bar e pasticcerie ma con orari diversi
– Boss scarcerato, la Lega fa polemica pretestuosa e il Pd se la prende col magistrato. Bonafede: «Subito verifiche»
– Coronavirus, parte la distribuzione di mascherine ai cittadini della Campania

giovedì, 23 Aprile 2020 - 20:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA