Davigo e la decadenza da consigliere, ricorso al Consiglio di Stato contro la bocciatura del Tar del Lazio

L'ex pm di Mani Pulite Piercamillo Davigo

Piercamillo Davigo non depone l’ascia di guerra e impugna, davanti al Consiglio di Stato, la sentenza con la quale il Tar del Lazio, lo scorso 13 novembre, ha dichiarato inammissibile «per difetto di giurisdizione» il suo ricorso contro la decadenza da togato del Consiglio superiore della magistratura.

Leggi il precedente / Davigo contro il Csm per la decadenza da consigliere, il Tar respinge il ricorso: ha sbagliato l’organo a cui si è rivolto

E’ questa l’ultima pagina della battaglia dell’ex pm di Mani Pulite, che si è visto messo alla porta dell’organismo di autogoverno della magistratura non appena ha raggiunto l’età pensionabile (70 anni). Il Tar del Lazio, nel respingere il ricorso, aveva evidenziato che esso andava presentato al giudice ordinario, circostanza che Davigo non condivide. Di qui l’impugnazione al Consiglio di Stato.

Leggi anche:
– Csm ancora monco per il caso Palamara, nuove elezioni per sostituire consigliere dimissionario: sono le terze in un anno
– Poliziotto ucciso a Napoli dai ladri in fuga, al via il processo: la difesa vuole lo stralcio per i reati minori, 4 imputati
– – Gli artigiani di San Gregorio Armeno ‘sfidano’ il Dpcm del Governo: riaprono le botteghe con dedica a Diego Maradona
– Braccianti schiavi in Sicilia, paghe da fame e botte: 12 arresti. Ragazzo assassinato perché era insorto contro i caporali
– Campania, ‘fuoco amico’ sul coordinatore di Forza Italia De Siano. La capogruppo Patricarca: «Si deve dimettere»
– Record ‘europeo’ per Torre del Greco: boom di guarigioni in un giorno per la città vesuviana più colpita dal Coronavirus

giovedì, 3 Dicembre 2020 - 13:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA