Covid, De Luca: rischio nuova ondata dopo l’estate. «In Campania il 15% non si è vaccinato, alunni senza coperture»


A sentire Vincenzo De Luca la campagna vaccinale attualmente in corso su scala nazionale non può e non deve fare tirare un sospiro di sollievo. Ché per settembre si rischia «di fare la ripetizione di ondata Covid in scala ridotta tra fine settembre e mese di ottobre» dello scorso anno.

L’“allarme” viene suonato dal presidente della Regione Campania nel corso della consueta diretta-monologo del venerdì sull’emergenza Covid 19 e sull’impatto economico in capo alle imprese. «Abbiamo un 15% di cittadini che non hanno voluto vaccinarsi. Ecco perché dobbiamo avere prudenza», esordisce De Luca. Ma vi è anche un altro aspetto da non sottovalutare: il mondo della scuola. A settembre ricomincerà l’anno scolastico e stavolta, salvo clamorosi colpi di scena, si tornerà tutti fisicamente in aula.

Ecco, per De Luca questo scenario presenta forti rischi: «A settembre si va incontro ad apertura dell’anno scolastico e se non avremo completato la vaccinazione per gli alunni e fatto la seconda dose per il personale scolastico, è chiaro che rischiamo di avere un altro luogo di assembramento e dunque di diffusione del contagio».

Leggi anche:
– Fortuna Loffredo, il Tribunale salva il film dal silenzio chiesto dai genitori: «Non lede il diritto all’oblio»
– Napoli, morta suicida dopo la diffusione di video privati: la salma di Tiziana Cantone sarà riesumata
– Napoli, il passo in avanti di Maresca scuote Manfredi: l’ex rettore si candida a sindaco per Pd-5Stelle
– Operai costretti a turni massacranti per paghe da fame, scattano 5 arresti

venerdì, 28 Maggio 2021 - 15:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA