Processo Expo di Milano, chiesti 13 mesi per il sindaco Sala, il procuratore: «non è credibile dove tenta di minimizzare»

Sala Sindaco

Condannare Giuseppe Sala, attuale sindaco di Milano, a 1 anno e 1 mese di carcere nel processo sull’appalto della Piastra di Expo. E’ la richiesta avanzata dal procuratore generale di Milano Massimo Gaballo, rappresentate dell’accusa nel procedimento che vede il primo cittadino, ex commissario straordinario e amministratore delegato dell’evento del 2015, accusato di falso materiale ed ideologico per la retrodatazione di due verbali sulla commissione aggiudicatrice che doveva assegnare l’appalto sull’opera portante dell’Esposizione universale e che, dati i tempi stretti, avrebbe rischiato di mettere in forse, in caso di ritardo, la manifestazione internazionale.

Il sindaco Giuseppe Sala «non è credibile dove tenta di minimizzare il problema» legato alla retrodatazione di due verbali legati alla Piastra di Expo, un illecito che se non commesso – a dire dell’accusa – «poteva far saltare l’evento» internazionale del 2015. E uno dei passaggi della requisitoria del procuratore generale di Milano Massimo Gaballo.  «Il reato contestato al primo cittadino – aggiunge il rappresentante dell’accusa – è documentalmente provato». L’appalto per la Piastra fu poi vinto dalla ditta Mantovani con un maxi ribasso. Oltre a Sala sono imputati nel processo Angelo Paris l’ex manager che deve rispondere di falso (richiesta di un anno e un mese) e di tentato abuso di ufficio, accusa per cui rischia otto mesi. Di tentato abuso d’ufficio risponde anche l’ex presidente della Mantovani Piergiorgio Baita (richiesta di otto mesi), mentre l’ex dg Ilspa Antonio Rognoni accusato di turbativa d’asta rischia due anni di carcere.

Leggi anche:
– Chiedono 10mila euro per emergenza familiare a un medico: in cella dipendente di una clinica e 2 complici nel Casertano
– Emergenza carceri, Garante: «Poggioreale con 850 detenuti oltre la capienza»
– Napoli, minacce alla ditta del cantiere di Porta Capuana: estorsore arrestato
– Minacce alla ditta, riapre il cantiere del sito Unesco di Porta Capuana a Napoli
– Racket, imprenditore denuncia: estorsore arrestato in flagranza nel Napoletano
– Bimba ferita in un agguato a Napoli, il gip lascia in cella Armando Del Re: il 28enne accusato di avere sparato
– Vela Verde, apre il cantiere a Scampia: sarà abbattuta in sei mesi, il sindaco dedica la giornata a Noemi

lunedì, 13 maggio 2019 - 18:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA