Latitante di camorra stanato all’estero, catturato in Marocco Raffaele Vallefuoco

Carabinieri
I militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Raffaele Vallefuoco, 55enne di Marano, ritenuto uomo di spicco del clan camorristico dei Polverino, presente nell’area nord della provincia napoletana, è stato localizzato nella città di Tangeri dai carabinieri della sezione ‘catturandi’ del reparto operativo di Napoli, coordinati nelle indagini dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea.

È stato catturato dal personale della polizia marocchina con il supporto del servizio di cooperazione internazionale. Vallefuoco rientrava nell’elenco dei 100 latitanti più pericolosi. L’uomo si era reso irreperibile nel 2014 dopo una condanna a 29 anni di reclusione per i reati di associazione di tipo mafioso e associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Il 55enne è stato portato in carcere in attesa dell’estradizione.

Leggi anche:
– Paranza dei bambini, l’ultima sentenza: confermate in Cassazione 33 condanne, 10 posizioni rimandate all’Appello
– L’emergenza lavoro travolge Di Maio: ferme sul tavolo del Mise 140 vertenze
– La Francia dà lezioni all’Italia: alla Sorbona assorbenti gratis per le studentesse, i politici ‘studiano’ per azzerare i costi
– Processo sull’omicidio di Perinelli, proposti 30 anni per l’imputato: accoltellò a morte il giovane calciatore
– Napoli, la piccola Noemi esce dal reparto di rianimazione: via alla riabilitazione
– Il ‘Manifesto del diritto penale liberale’, ogni giorno un commento degli esperti: dal 3 giugno su Giustizia News24

giovedì, 30 maggio 2019 - 13:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA