Facebook, multa record per le violazioni della privacy: 5 miliardi di dollari Zuckerberg promette cambiamenti

Facebook

Facebook ha patteggiato una cifra record di 5 miliardi di dollari per chiudere la disputa sulle violazioni della privacy. Lo annuncia la Federal Trade Commission, l’Antitrust statunitense. La Ftc ha imposto a Facebook anche una serie di nuove restrizioni e di modifiche alla struttura aziendale. La multa da 5 miliardi che Menlo Park ha patteggiato, si legge nel comunicato dell’Antritrust Usa, «è la maggiore mai imposta a una compagnia per violazione della privacy dei consumatori e quasi venti volte più pesante della multa più alta mai comminata per lo stesso motivo a livello mondiale».

Ai sensi dell’accordo il fondatore e ceo fi Facebook Mark Zuckerberg sarà tenuto a certificare che la società è conforme alle nuove restrizioni sulla privacy e potrebbe essere soggetta a sanzioni civili e penali per false certificazioni. «Nonostante le ripetute promesse ai miliardi di utenti mondiali Facebook ha danneggiato le scelte dei consumatori – ha detto Joe Simons, presidente dell’Ftc – l’ampiezza della multa da 5 miliardi e le indicazioni di condotta sono precedenza nella storia della Ftc e hanno l’obiettivo non solo di punire le future violazioni, ma, cosa più importante, cambiare l’intera cultura sulla privacy di Facebook per diminuire la possibilità di nuove violazioni».

«Abbiamo raggiunto un accordo sulla privacy. Pagheremo una sanziona storica ma, ed è più importante, effettueremo importanti cambi strutturali su come mettiamo a punto i nostri prodotti e gestiamo la società». Lo afferma l’amministratore delegato di Mark Zuckerberg, sottolineando che Facebook «ha la responsabilità di proteggere la privacy della gente. Abbiamo già lavorato duramente a questo obiettivo, ma ora fisseremo standard nuovi per l’industria». Zuckerberg si dice soddisfatto dei cambiamenti richiesti dall’accordo: «ridurranno il numero di errori e ci aiuteranno a offrire tutele maggiori sulla privacy». «Il prossimo obiettivo per la nostra società è costruire tutele alla privacy forti come i migliori servizi che offriamo. Mi impegno a farlo nel modo corretti e a costruire la miglior piattaforma social per la nostra comunità».

Leggi anche:
– Investe la madre mentre fa retromarcia con l’auto, muore 77enne nel Casertano
Bibbiano, la strumentale polemica politica contro il Pd si sposta a Napoli: striscione di Fdi. I dem replicano: «Sciacalli»
Caserta, tangenti in ospedale: arrestati ex primario e la moglie, la donna è la sorella del boss cutoliano Scotti
– Salerno, via libera alla Cittadella Giudiziaria: firmato il comodato d’uso tra Comune e Ministero della Giustizia
Rapina con spari alla sala scommesse nel Napoletano, arrestati gli autori
– Anac, Raffaele Cantone lascia l’incarico: «Decisione sofferta, ma non posso fare lo spettatore passivo»
– Esplode una palazzina all’Isola d’Elba: un morto e 2 feriti gravi, una donna dispersa sotto le macerie

mercoledì, 24 luglio 2019 - 15:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA