Mafia, Bernardini su Nicosia: «Sembrava un esaltato, un cretino». E la deputata Occhionero prende le distanze

La deputata di Italia Viva Giuseppina Occhionero

La prima a prendere le distanze, in maniera netta, da Antonello Nicosia, è Rita Bernardini, componente del Consiglio generale del Partito Radicale. «Non mi piaceva il suo modo di fare e l’ho scaricato tanti anni fa quando mi chiedeva di entrare in carcere a nome del movimento», scrive su Facebook.

Leggi anche / Decreto di fermo per Nicosia dei Radicali: «Definiva Messina Denaro primo ministro e disprezzava Falcone»

Nel post Rita Bernardini sottolinea che Nicosia non è «mai stato iscritto al Partito Radicale, ma a Radicali italiani (eletto al Consiglio generale» e dà una propria una valutazione del personaggio: «Più che un messaggero della mafia, mi è sempre sembrato un esaltato, un cretino». Dopo di lei è stata la volta della deputata di Italia Viva Giuseppina Occhionero, della quale Nicosia è stato assistente parlamentare. «La collaborazione con me – precisa – durata solo quattro mesi, era nata in virtù del suo curriculum, in cui si spacciava per docente universitario oltre che di studioso dei diritti dei detenuti. Non appena ho avuto modo di rendermi conto che il suo curriculum e i suoi racconti non corrispondevano alla realtà ho interrotto la collaborazione».

Leggi anche / Mafia, le intercettazioni su Nicosia: «Aspettava molti soldi da Messina Denaro per un progetto sul mondo carcerario»

E sulle visite in carcere che Nicosia ha potuto effettuare proprio grazie a quella collaborazione con Occhionero, la parlamentare precisa: «Le visite in carcere peraltro sono parte del lavoro parlamentare a garanzia dei diritti sia dei detenuti sia di chi vi lavora. Ora sono profondamente amareggiata, ma la giustizia farà il suo corso. Mi auguro nel più breve tempo possibile. Pur essendo del tutto estranea alla vicenda sono comunque a disposizione della magistratura per poter fornire ogni elemento che possa essere utile».

Leggi anche:
– Mafia, decreto di fermo per Nicosia dei Radicali: «Definiva Messina Denaro primo ministro e disprezzava Falcone»
– Appartamento in fiamme a Posillipo, perde la vita un 69enne a Napoli
– Camper, auto e pullman si scontrano in A13: muoiono padre, madre e figlia
– Napoli-Atalanta diventa un caso politico: c’è un’interrogazione parlamentare, scatta pure un’azione legale
– Negli Usa 128mila posti di lavoro creati ad ottobre, aumentati i salari orari medi
– La fusione di Fca con la francese Peugeot allarma i sindacati campani: «Speriamo cresca la produzione di Pomigliano»
Le salta il matrimonio dopo una caduta in Corso Novara, turista fa causa al Comune di Napoli ma l’ente non è assicurato

lunedì, 4 novembre 2019 - 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA