Taglio del cuneo fiscale, c’è il via libera del consiglio dei ministri. Ma solo per 6 mesi

Consiglio dei ministri

Il consiglio dei ministri ha dato l’ok al decreto per il taglio del cuneo fiscale sulle buste paga dei lavoratori dipendenti. Durante la notte, sono stati stanziati 3 miliardi di euro per il 2020. La misura permetterà di ampliare (a partire da luglio, quindi per soli sei mesi) il numero di beneficiari del bonus Irpef. Attualmente sono 11,7 milioni di lavoratori, da luglio saranno circa 16 milioni.

Una nota di Palazzo Chigi informa che «il decreto, in attuazione della legge di bilancio per il 2020 (legge 27 dicembre 2019, n. 160) che ha stanziato 3 miliardi di euro per il 2020 per la riduzione del cuneo fiscale sugli stipendi dei lavoratori dipendenti, interviene per rideterminare l’importo ed estendere la platea dei percettori dell’attuale ‘bonus Irpef’» «Dal 1 luglio 2020, – si legge – il bonus di 80 euro aumenta quindi a 100 euro mensili per chi ha un reddito annuo fino a 26.600 euro lordi. Coloro che percepiscono un reddito da 26.600 euro a 28.000 euro, beneficeranno per la prima volta di un incremento di 100 euro al mese in busta paga».

«Per i redditi a partire da 28.000 euro, si introduce invece una detrazione fiscale equivalente che decresce fino ad arrivare al valore di 80 euro in corrispondenza di un reddito di 35.000 euro lordi. Oltre questa soglia, l’importo del beneficio continua a decrescere fino ad azzerarsi al raggiungimento dei 40.000 euro di reddito» conclude Palazzo Chigi.

«Abbiamo appena approvato il decreto che stanzia 3 miliardi per la riduzione del cuneo fiscale, mettendo più soldi nelle buste paga di 16 milioni di lavoratrici e lavoratori. Andiamo avanti rispondendo ai bisogni dei cittadini con serietà e fatti concreti» ha informato in un tweet il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Soddisfazione espressa anche da Vito Crimi. «Non c’è miglior modo di iniziare questo incarico che annunciare il taglio del cuneo fiscale: più soldi in tasca ai lavoratori. 16 milioni di cittadini avranno più soldi in busta paga. Il primo di una serie di interventi per ridurre le tasse e rilanciare l’economia» scrive il reggente del MoVimento 5 Stelle.

Leggi anche:
– Tifoso travolto ed ucciso da supporter rivali, arresto confermato per l’autista: 26 ultrà in carcere, uno ai domiciliari
– Nascosti nel retto e nelle parti intime, così venivano introdotti i telefonini nel carcere di Avellino 
– Taglio del numero dei parlamentari, via libera della Cassazione al referendum costituzionale: si voterà in primavera 
– Regionali, ecco la lista degli ‘impresentabili’ dell’Antimafia: sono 3 candidati del centrodestra
– Napoli, nuova protesta dei lavoratori Whirlpool. La Fiom: «L’azienda rispetti gli accordi»

 

venerdì, 24 gennaio 2020 - 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA