Fase 2 della giustizia ancora al palo, l’Ordine degli avvocati di Milano: «Cancellieri insofferenti, legali ghettizzati»


L’appello al Ministero della Giustizia, l’ennesimo, arriva dall’Ordine degli avvocati di Milano che ha stilato una delibera per invitare il ministro Alfonso Bonafede ed il Governo «a promuovere ed emanare norme specifiche e adeguate a garantire il funzionamento della Giustizia, assicurando la riattivazione di un servizio essenziale per la vita democratica del Paese».

Nonostante la ripresa del decorso dei termini, fissata dal Governo il 12 maggio, infatti, la fase 2 delle attività giudiziaria si presenta ancora irta di problemi e disagi: «Rimane limitato l’accesso alle cancellerie – scrivono gli avvocati milanesi – dove si registrano episodi di insofferenza a qualsiasi forma di interazione fisica, determinando una situazione ghettizzante per gli avvocati».

Leggi anche /Praticanti avvocato, il 5 giugno sit-in davanti ai Tribunali di Napoli e Messina

Gli avvocati milanesi denunciano inoltre una situazione di «sostanziale stasi lavorativa, vissuta dagli avvocati con una maggiore e diversa apprensione rispetto ad ogni altro operatore di giustizia, anche per via dell’aspetto economico».

Il Paese reale è ripartito, ma il settore della giustizia resta trascurato: «Outlet pieni e tribunali deserti scrivono i legali meneghini che chiedono di «disporre la celebrazione di tutti i procedimenti, non solo di quelli a trattazione obbligatoria, riservando il rinvio ai casi in cui sia effettivamente impossibile il rispetto delle disposizioni sanitarie». In particolare, la proposta che parte dagli avvocati di Milano è di rilanciare il processo telematico in tutti i settori. «La Giustizia non sta a cuore alla politica italiana – ha affermato il presidente dell’Ordine Vinicio Nardo – un Paese che si preoccupa di tutti i settori eludendo il comparto giustizia sta venendo meno ai principi costituzionali di uno Stato di diritto. E’ vitale che riparta, in gioco ci sono le garanzie per tutti i cittadini».

Leggi anche:
– 
Brescia, 59enne ucciso con la roncola dall’amico che lo ospitava: era stato allontanato da casa per maltrattamenti
– 
Avellino, il caso Festa arriva in Parlamento: interrogazione del M5S. E l’opposizione va in Procura
– 
‘Immuni’ disponibile sugli smartphone degli italiani, critico Salvini: «Non la scarico, non do i miei dati ai cinesi»
Napoli, crolla un muro di contenimento a Pianura: deceduti un 61enne napoletano e un giovane immigrato
– 
Immobili, il Coronavirus non deprezza il mercato: a maggio aumento dei prezzi dello 0,3%. Napoli tra le più care
– 
Caporalato ai danni dei riders, inchiesta parallela dei carabinieri: questionario ai fattorini in tutta Italia
– 
Fase 2: da oggi in 4 Regioni è scaricabile la app Immuni su Android e Ios. Allarme per il rischio virus da false mail

martedì, 2 giugno 2020 - 09:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA