Uccide la moglie di botte, poi chiama i soccorsi: tragedia nel quartiere di Miano

Ambulanza

Un’altra donna uccisa dal marito. A distanza di cinque giorni dall’omicidio di Norina Matuozzo, la 33enne ammazzata a Melito a colpi di pistola dal coniuge Salvatore Tamburrino, a Miano (quartiere della periferia a nord di Napoli) si è consumata l’ennesima tragedia. La vittima si chiamava Fortuna Belisario, aveva 36 anni. Dalle prime indiscrezioni, sembrerebbe che a chiamare il 118 sia stato proprio il marito, Vincenzo Lo Presto, il quale avrebbe spiegato di aver colpito la donna ripetutamente a mani nude. Sul posto sono giunti subito i sanitari, che non hanno potuto far altro che constatare il decesso della 36enne. Si attende l’arrivo del medico legale. Le indagini sono affidate alla polizia: gli agenti stanno interrogando il marito, di 41 anni, per cercare di ricostruire cosa sia accaduto all’interno dell’appartamento ubicato in via Mianella. (Leggi gli aggiornamenti: esplode la rabbia dei parenti)

Leggi anche:
– 
Guerra agli occupanti abusivi nelle case popolari, arrivano i primi sfratti ad Afragola: la protesta dei residenti del rione Salicelle
– Bomba artigianale nella casa dell’ex: arrestata una donna di 53 anni, non accettava la fine della relazione

– Vaccini, Salvini riapre lo scontro: «Via l’obbligo per la scuola d’infanzia». Il governatore De Luca lo attacca
Primarie Pd, è di nuovo scandalo a Napoli Il video di Fanpage imbarazza il partito, sospesi gli elettori ritenuti responsabili

Il discorso di Ermini al Congresso di Md spacca il Csm: i laici contro l’impronta politica dell’intervento
– Violentata nella stazione della Circum, gli arrestati la aggredirono già 20 giorni. fa Esami sui fazzoletti sporchi in ascensore

giovedì, 7 marzo 2019 - 15:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA