Stupro nella Circum di San Giorgio a Cremano, il referto conferma: fu abuso

Circumvesuviana

Assenza totale di consensualità e per questo conferma della violenza sessuale. Questo il referto della visita medica a cui si era sottoposta due settimane fa la ragazza 24enne di Portici, in provincia di Napoli, che la sera del 6 ha denunciato di essere stata vittima di abusi nell’ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano.

Tre ragazzi sono stati indagati, due – Raffaele Borrelli (19 anni) e Antonio Cozzolino (di 19 anni) – sono ancora in carcere, mentre il terzo, Alessandro Sbrescia (di 18 anni), è stato liberato qualche giorno fa dal Riesame. La ragazza, secondo ipotesi degli inquirenti, avrebbe subito le violenze in preda al cosiddetto effetto “freezing”, un fenomeno naturale che viene innescato per difesa dal cervello e rende incapace la vittima di reagire. Intanto domani un altro collegio del Tribunale del Riesame si dovrà pronunciare sul ricorso presentato dall’avvocato di un altro dei giovani coinvolti nella vicenda.

Leggi anche:
– Lungo stop per il termovalorizzatore di Acerra, riaffiora l’incubo emergenza rifiuti De Luca: «Prepareremo sito di stoccaggio»
– Choc a Napoli, uomo travolto e ucciso da un camion nel cantiere di via Marina
– Roma, truffa alle assicurazioni: domiciliari per ex questore di Firenze e 2 poliziotti
– Napoli, condannato il primario Iannelli: 
disposti 9 anni, dirottava pazienti dal Cardarelli alla Villa del Sole
– Giustizia a pezzi, paura ad Arezzo:
 cede porzione di un terrazzo del Tribunale 
Sfiorati avvocati nell’ufficio sottostante
– Lavoro interinale, la società Alma sotto inchiesta. Frode da 70 milioni, ci sono 27 indagati: 3 in carcere, ai domiciliari consulenti fiscali. Sequestri in tutta Italia
– Inchiesta insabbiata su una clinica, imputazione coatta per un magistrato. Abate accusato di abuso d’ufficio: era pm a Varese all’epoca dei fatti, ora è in servizio a Como
– L’incubo di una 19enne a Catania: violentata dal branco conosciuto al bar, acquisito un video girato da un indagato
– Prende a calci l’ex compagna incinta, 34enne finisce in prigione: è un ex pugile. Le botte davanti alla figlia di 10 anni

martedì, 26 marzo 2019 - 20:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA