Mattarella in visita al rione Sanità, il grido d’aiuto dei residenti: «Finite le passerelle, qui torna la paura»

Mattarella Fico
Il Capo dello Stato in visita a Napoli accompagnato dal presidente della Camera Roberto Fico

Il rione Sanità è tirato a lucido. Come accade nelle occasioni importanti.Il capo dello Stato Sergio Mattarella arriva nel cuore di Napoli intorno alle undici, dopo una visita al Museo di Capodimonte che sta ospitando la mostra del genio Caravaggio. Ci sono forze dell’ordine ovunque, per ragioni di ordine pubblico e di sicurezza. E ci sono persone ad ogni angolo. Turisti ma soprattutto residenti. Che non aspettano altro che potere raccontare al presidente Mattarella, accompagnato dal presidente della Camera Roberto Fico, la storia di questo rione, una ‘perla’ sfregiata dalla camorra.

Un gioiello che a fatica sta cercando di rinascere grazie all’impegno di don Loffredo e della cooperativa ‘La Paranza’ che hanno portato a nuova vita le Catacombe di San Gennaro.  Un gioiello che però stenta a brillare, ché quando le passerelle finiscono e sulle occasioni importanti cala il sipario, il rione Sanità torna ad essere avvolto dalla nube nera della paura. «Presidente vorremmo camminare per strada senza che si spari»: Nello, 11 anni e alunni della scuola elementare ‘Angiulli’, racconta con estrema semplicità i mali di questo rione. Qui la paura la fa ancora da padrona, la criminalità organizzata continua a fare sentire la sua presenza asfissiante. La mamma Rosaria approfitta della presenza dei giornalisti: «Scrivetelo: qui si fanno tante visite, ma i risultati dove sono? Alla fine la situazione non cambia?». «Faremo qualcosa», promette Mattarella al piccolo Nello.

La statua di Genny Cesarano è pochi passi più avanti. Il Capo dello Stato vi si ferma davanti: Genny, 17 anni, è una delle vittime innocenti di questo disgraziato rione, esponenti del clan Lo Russo lo uccisero per errore durante quello che doveva essere un raid intimidatorio ai danni di un gruppo criminale rivale. Poi Mattarella entra nella chiesa di don Alfonso Loffredo e qui incontra i ragazzi della cooperativa ‘La Paranza’, che con impegno e dedizione stanno cercando di offrire ai giovani del rione occasioni di aggregazione allo scopo di allontanarli dalla strada e dalle sirene della camorra.

Leggi anche:
– Spari ad un posto di blocco: muore un maresciallo dei carabinieri, ferito il collega. Fermato un 67enne nel Foggiano
– Moto rubate e pronte per il mercato estero, scoperto deposito nel Napoletano | Video
– Bambina di 4 anni vittima di violenze, confessa uno zio: arrestato nella notte
– In auto con 6,5 chili di cocaina, era diretta alle ‘piazze’ di San Giovanni a Teduccio Bloccato il corriere in autostrada
– Marsala, commozione al funerale di Gianni Il parroco: «Un segno nella nostra vita» Morto per arresto cardio circolatorio
– Incidente mortale nel Napoletano, operatore ecologico muore sul colpo 19enne arrestato per omicidio stradale

sabato, 13 aprile 2019 - 12:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA