Faida di Pianura, omicidio Aversano: ergastolo cancellato a Marfella e Foglia, l’Appello li condanna a 30 anni a testa

Bossolo
di Laura Nazzari

L’accusa sostenuta in primo grado dalla Dda rispetto all’omicidio di Luigi Aversano, ucciso nella faida di Pianura, è rimasta in piedi anche in sede di Appello. Ma nel primo pomeriggio di oggi i giudici della quinta sezione della Corte d’Assise d’Appello di Napoli hanno sono intervenuti sull’entità di alcune condanne stabilite il 6 maggio dello scorso anno all’esito del giudizio abbreviato: i due imputati che furono condannati all’ergastolo dal gip Saverio Vertuccio del Tribunale di Napoli hanno ottenuto lo sconto di pena, ed hanno così scansato lo scoglio del fine pena mai.

Il ras di Pianura Salvatore Marfella (difeso dall’avvocato Leopoldo Perone) e il killer Giuseppe Foglia (difeso dall’avvocato Raffaele Chiummariello) sono stati condannati a 30 anni di carcere a testa. Sono state, invece, confermate le condanne stabilite dal gip nei confronti di Lorenzo Carillo, che rimediò 18 anni di reclusione, e nei confronti del boss pentito Pasquale Pesce che ha rimediato 15 anni. Proprio le dichiarazioni offerte dal collaboratore di giustizia Pasquale Pesce hanno contribuito a disegnare ruoli e responsabilità nell’omicidio di Luigi Aversano, ruoli e responsabilità che erano stati già indicati da un altro pentito, Diego Basso, che si è suicidato in carcere nell’ottobre del 2016.

La vittima, che negli ambienti criminali era conosciuta come ‘o musichiere, fu ammazzata il 7 agosto del 2013 a Pianura: pagò con la vita la vicinanza ai Mele, cosa che in quel periodo era in guerra coi Pesce-Marfella. A sparare, secondo la ricostruzione accusatoria, furono Salvatore Marfella e Giuseppe Foglia. L’agguato fu voluto da Pasquale Pesce detto ‘bianchina’ perché «bisognava dare un segnale forte ai nostri nemici».

Leggi anche:
– 
Afragola, via gli abusivi dalle case: ordinanza di sgombero per 3 famiglie. Maxi-spiegamento di forze dell’ordine
Incidente mortale sul raccordo autostradale: un 17enne perde la vita, grave un suo coetaneo
Giustizia, l’allarme dei sindacati: «Carenze di un lavoratore su 4 negli uffici giudiziari»
– Foggia, Salvini pubblica la foto dell’arrestato a terra e col sangue sul volto: perché non riproponiamo lo scatto
– Carabiniere ucciso, l’assassino avrebbe ucciso per ritorsione dopo alcuni controlli Il militare rimasto ferito è di Caserta
– Carabiniere ucciso nel Foggiano, l’omaggio dell’Arma: «Siamo tutti orfani di Vincenzo» A novembre morì Emanuele Reali
– Mattarella in visita al rione Sanità, il grido d’aiuto dei residenti: «Finite le passerelle, qui torna la paura»
– Spari ad un posto di blocco: muore un maresciallo dei carabinieri, ferito il collega. Fermato un 67enne nel Foggiano

lunedì, 15 aprile 2019 - 14:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA