Percepiva reddito di cittadinanza, ma era un usuraio: arrestato nel Salernitano Prestava denaro con il 300% d’interesse

Carabinieri
I militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Ufficialmente risultava indigente, e quindi aveva ottenuto anche il reddito di cittadinanza. In realtà praticava l’usura e per questo è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina (Salerno). Si tratta di un pregiudicato 40enne di Sala Consilina, bloccato dai militari dopo aver ricevuto dalla sua vittima duecento euro in contanti, rata di un cospicuo credito usurario.

Dalle indagini condotte da militari dell’Arma, guidati dal capitano Davide Acquaviva, è emerso che il pregiudicato aveva prestato ad un ex imprenditore 41enne del Vallo di Diano mille euro pretendendo dopo tre mesi la restituzione del triplo della somma. La vittima, in passato, vendendo diversi beni propri e dei suoi familiari, aveva saldato allo stesso usuraio un prestito di tremila euro lievitato nel corso di un semestre a circa diecimila euro. L’indagine, scaturita dalla denuncia della vittima, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Lagonegro (Potenza).

Leggi anche:
Bacoli, mancata acquisizione di immobili abusivi: indagati 5 funzionari comunali
– Afragola, nasconde 2 chili e mezzo di droga nel ripostiglio: 43enne arrestato
– Bufera sulle toghe, Morlini si dimette dal Csm e Fratelli d’Italia organizza un flash mob contro l’opaca modalità delle nomine
Vasto incendio in un deposito di rifiuti nel Napoletano, vigili del fuoco a lavoro
– Sentenze spesso incomprensibili, accordo per un linguaggio chiaro tra Consiglio di Stato e Accademia della Crusca
– Bufera sulle toghe e crisi in Anm, Salvini: «Le correnti non funzionano, serve una riforma storica con magistrati e avvocati»
– Via libera al Sicurezza bis | Ong, ordine pubblico, assunzioni e daspo: cosa prevede il testo del decreto

giovedì, 13 giugno 2019 - 12:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA