Gioca con una fascetta e si soffoca, grave una ragazzina di 11 anni

Ospedale
Una corsia d'ospedale

Si stringe una fascetta al collo per gioco e da 3 giorni è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Così una ragazzina marocchina di 11 anni rischia la vita dopo che venerdì 30 agosto a Calvenzano (Bergamo) per un gioco si è messa attorno al collo una fascetta usata per il cablaggio elettrico facendosi una collana.

I medici l’hanno sottoposta a analisi per capire i danni causati dalla mancanza di ossigeno causata dall’arresto cardiaco. Secondo quanto ricostruito, nel liberarsi ha stretto tanto da non riuscire a respirare e ha perso i sensi andando in arresto cardiaco. I soccorritori l’hanno rianimata e portata in ospedale dove le sue condizioni sono giudicate critiche.

Leggi anche:
– Napoli, la Whirlpool boccia il decreto legge sulle crisi aziendali: «I 16 milioni previsti non sono sufficienti, riconvertiamo il sito»
– Napoli, via al concorso della Regione Campania: la carica dei 304mila candidati per oltre 2mila posti di lavoro
– Torre Annunziata, boato nella notte: esplosione in via Sambuco, 15enne ferito
– Migranti, la nave Eleonore forza il blocco e si dirige verso Pozzallo. Il capitano: «C’è pericolo per la vita delle persone»
Qualiano, blitz anti-assentismo al Comune: denunciati 17 dipendenti
– Governo: vertice Conte, Di Maio e Zingaretti poi la sintesi del programma
– Bracciante in ‘nero’ muore in una serra per il caldo torrido, titolare denunciato
– Piano lavoro della Regione Campania, lunedì le prime prove preselettive
– Incidente stradale sull’A1, un morto e 5 feriti: perde la vita un 54enne di Maddaloni
Donna trovata morta in casa, ipotesi omicidio-suicidio non riuscito a Roma Forze dell’ordine cercano il compagno

lunedì, 2 settembre 2019 - 12:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA