Dati violati della procura, cancelliera indagata e sospesa per sei mesi a Lanusei


Una cancelliera in servizio alla Procura della Repubblica di Lanusei, Anna Rosa Asoni, è stata interdetta per sei mesi dal pubblico ufficio per i reati di falso ideologico e accesso abusivo alle banche dati della Procura.

Il provvedimento è scattato a conclusione di una inchiesta coordinata dalla Procura di Cagliari e condotta dalla Polizia di Stato nuorese. Le indagini, svolte anche con intercettazioni telefoniche e ambientali, hanno portato gli investigatori a scoprire che l’indagata ha attestato falsamente di aver archiviato numerosi procedimenti penali e effettuato accessi abusivi a banche dati riservate. Nello specifico le richieste di archiviazione di procedimenti penali non evase sarebbero state 500.

Al termine della misura interdittiva, la cancelliera sara’ trasferita d’ufficio al Tribunale di Nuoro a seguito di un provvedimento del Ministro della Giustizia.

Leggi anche:
– 
Elezioni al Csm, dopo la vittoria di Antonio D’Amato tra Area e Mi volano gli stracci
– Maxi sequestro di stupefacenti: 31 mila pasticche di metanfetamina sotto chiave
– Discarica abusiva di oltre 1000 metri quadrati in un sotterraneo nel Napoletano
– In un video l’attacco alla sinagoga di Halle Il padre dell’attentatore: «Era chiuso, in guerra con il mondo e litigava sempre»
– Napoli, spacciavano stupefacenti anche davanti ai figli minorenni: 4 arresti | Video
– Migranti, De Magistris: «Napoli pronta a offrire loro una nuova casa, se lo desiderano possono essere napoletani»
Scritte ingiuriose contro gli agenti uccisi a Trieste: l’indignazione della classe politica. Il killer: «Non ricordo cosa è accaduto»
– Germania, attacco alla sinagoga: assalitori respinti sparano in strada, due morti
– Peculato, chiesta una condanna a 4 anni per l’ex pm Antonio Ingroia

giovedì, 10 ottobre 2019 - 14:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA